Nella notte fra ieri e oggi 18 luglio

Formula 1, addio al pilota Jules Bianchi: muore a 21 anni dallo schianto di Ayrton Senna

di Redazione - - Cronaca, Sport

Stampa Stampa
Jules Bianchi, 25 anni, poilota di F.1. E' morto dopo 9 mesi di agonia

Jules Bianchi, 25 anni, pilota di F.1. E’ morto oggi 18 luglio dopo 9 mesi di agonia

NIZZA (FRANCIA) – Dopo 9 mesi di coma è morto nella notte fra ieri e oggi il giovane pilota di Formula Uno, Jules Bianchi, 25 anni, francese di origini italiane. La famiglia ha annunciato la scomparsa del giovane stamani 18 luglio. Il pilota ha perso la vita per le ferite alla testa riportate in un incidente al Gran Premio del Giappone l’anno scorso, il 5 ottobre 2014, quando sul circuito di Suzuka la sua vettura si scontrò con una gru che stava portando via dalla pista un’auto danneggiata.

La notizia della morte di Jules è stata postata sugli account Twitter e Facebook ufficiali del pilota, ed è stata confermata dal team Manor. «Jules ha combattuto fino all’ultimo, come ha sempre fatto, ma oggi la sua battaglia è giunta al termine. Il nostro dolore è immenso e indescrivibile», è la dichiarazione della famiglia. Bianchi ha partecipato a 34 gare tra il 2013 e il 2014.

Su Twitter il commento del Capo dello Stato francese, Francois Hollande: «Ho appreso della morte di Jules Bianchi con molta emozione. Lo sport francese perde con lui una delle sue più grandi speranze». Dalle scuderie della Formula Uno i primi messaggi, la Manor, sua scuderia: «Siamo devastati dalla perdita di Jules dopo una battaglia così dura. E’ stato un privilegio averlo nella nostra squadra”, sulla stessa riga anche la Red Bull: «Una tragica perdita. Tutti i nostri pensieri sono con la famiglia e gli amici di Jules Bianchi». Cordoglio ufficiale su Twitter anche da parte della Ferrari: «#CiaoJules per sempre nei cuori Ferrari».

Ayrton Senna, morto a 34 anni il 1 maggio 1994 al Gp di San Marino

Ayrton Senna, morto a 34 anni il 1 maggio 1994 al Gp di San Marino

Il pilota della Red Bull, Daniel Ricciardo pubblica anche una foto che ritrae lui e Bianchi sorridenti: «Non dimenticherò mai te e le belle cose che abbiamo fatto insieme. Mi mancherai fratello». Anche Pastor Maldonado saluta il suo amico pubblicando una foto con il giovane pilota francese: «Vola in alto #julesbianchi. Le mie più sincere condoglianze alla famiglia, riposa in pace amico mio». «Ieri abbiamo perso uno dei ragazzi migliori e dei piloti migliori che io abbia mai incontrato. Mi mancherai tanto, amico mio», ha scritto il pilota della Lotus Romain Grosjean. Jenson Button: «Ieri sera abbiamo perso un ragazzo veramente eccezionale e un vero combattente. Le mie più sincere condoglianze alla sua famiglia e agli amici».

La morte di Jules Bianchi giunge dopo 21 anni dagli ultimi tragici decessi in gara di piloti. Era il 1994, infatti, quando, nel terrificante fine settimana del Gp di San Marino del 30 aprile e 1 maggio a Imola, morirono nelle qualifiche l’austriaco Roland Ratzenberger e in gara Ayrton Senna, le ultime due vittime. Ora l’elenco dei piloti morti in Formula Uno a partire dal 1952 fino a oggi comprende in tutto 37 nomi, di cui 7 italiani.

 

Tag:

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.