Nuova iniziativa della Farnesina

Marò: l’Italia chiede al Tribunale internazionale dei diritti del mare il ritorno in patria di Girone

di Redazione - - Cronaca, Politica

Stampa Stampa

maro

ROMA – Dopo molta inerzia l’Italia sta diventando particolarmente attiva per cercare di risolvere l’annoso caso dei nostri marò accusati in India dell’uccisione di due pescatori. Il nostro Governo ha avanzato due precise richieste al tribunale internazionale del diritto del mare di Amburgo: fino alla conclusione del procedimento dell’arbitrato, Massimiliano Latorre deve poter restare in Italia e nel frattempo Salvatore Girone possa rientrare in patria.

È stata chiesta inoltre la sospensione della giurisdizione a carico dei marò in India. Lo riferisce la Farnesina in una nota.  L’iniziativa, prosegue la nota, è dettata dalla necessità di tutelare i diritti dei fucilieri di Marina e dell’Italia durante lo svolgimento del procedimento arbitrale avviato il 26 giugno. Come da prassi, il percorso che porterà il tribunale di Amburgo ad esprimersi sulle istanze italiane dovrebbe completarsi entro alcune settimane.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.