«Campi Giovani Estivi 2015»

Viareggio, cinque ragazzi a «scuola di cultura del mare» in Capitaneria di Porto

di Sandro Addario - - Cronaca

Stampa Stampa
I cinque partecipanti al Campo Giovani 2015 con il Comandante della Capitaneria di Porto di Viareggio  Davide Oddone

I cinque partecipanti al Campo Giovani 2015 con il Comandante della Capitaneria di Porto di Viareggio Davide Oddone

VIAREGGIO – Una settimana di cultura del mare per cinque giovani ragazzi presso la Capitaneria di porto di Viareggio. È quella che si è conclusa ieri 25 luglio nell’ambito del progetto « Campi Giovani Estivi 2015» giunto alla sua ottava edizione, riservato ai giovani tra i 15 e i 22 anni presso le Capitanerie di Porto italiane. Seguiranno altre due iniziative analoghe per altrettanti giovani, all’inizio e alla fine di agosto 2015. Un evento particolare considerato che quest’anno ricorrono i 150 anni della costituzione del «Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera», uno dei settori specialistici della Marina Militare.

Questi gli «allievi» del primo gruppo ospitati a Viareggio: Lorenzo Ardizzone di Menfi, Valerio Maevi di Roma, Fiammetta Grieco di Como, Martina Sorge di Roma, Mattia Denis La Spina di Pavia. Accolti dal comandante il capitano di fregata Davide Oddone, sono stati seguiti durante la loro formazione dal sottotenente di vascello Alberto Giuseppe Ciriolo e dal Capo di 1ª classe Simone Iannaccone.

Giornate di «full immersion» nell’attività di chi è preposto alla sicurezza in mare, rese purtroppo ancora più attuali dalla concomitante ricerca del giovane africano Yacouba Bamba, disperso in mare dopo un tuffo dal pedalò il 23 luglio e ritrovato senza vita su una spiaggia due giorni dopo. Un’esperienza operativa vissuta in diretta dai cinque partecipanti al «Campo Giovani» che hanno avuto così la possibilità di testare l’operatività in mare dei mezzi di soccorso ed il coordinamento tra le varie forze impiegate.

Non sono mancati momenti didattici sui temi della tutela dell’ambiente marino e protezione delle risorse ittiche. Come pure una visita al Museo della Marineria e all’Oasi della Lipu a Massaciuccoli. Ma la parte che i giovani ricorderanno forse più delle altre sono state le giornate trascorse alla Base Aerea della Guardia Costiera di Sarzana Luni, presso alcuni cantieri navali viareggini e a bordo di una imbarcazione locale dedita alla pesca-turismo. Di ieri 25 luglio infine la partecipazione a Lido di Camaiore alla manifestazione «Papà ti salvo io», organizzata ogni anno dalla Società Nazionale Salvamento per diffondere tra i più giovani le 10 regole d’oro per un bagno in sicurezza.

Al termine della loro permanenza, il comandante Oddone ha consegnato a Lorenzo, Valerio, Fiammetta, Martina e Mattia un attestato di partecipazione a questa settimana di «con le stellette». I ragazzi, a loro volta, hanno ricambiato con una loro dedica su un disegno raffigurante un berretto da Ufficiale di Marina e Burlamacco, testimonianza del legame tra la Guardia Costiera e il mare della Versilia. Ripartiranno da Viareggio con tanti ricordi, ma con un principio fondamentale: il mare merita rispetto.

 

 

Tag:, , ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.