Il fantasista assicura di non aver mai pensato ad andarsene

Fiorentina, Bernardeschi: «Vestirò la maglia numero 10 con orgoglio». Pradè chiede ancora fiducia

di Massimiliano Mugnaini - - Sport

Stampa Stampa
Bernardeschi indosserà la maglia numero 10

Bernardeschi indosserà la maglia numero 10

FIRENZE. Alla presentazione del rinnovo quinquennale del contratto di Federico Bernardeschi, è intervenuto anche il direttore sportivo della Fiorentina, Daniele Pradè. Ma chi si aspettava un punto della situazione sul mercato viola che non decolla, è rimasto deluso.

FIDUCIA. «Non parlerò di mercato. Stiamo producendo dei giovani campioni, sono il nostro prodotto e anche se devono ancora affermarsi potranno diventare grandi giocatori.Sento molto scetticismo intorno alla Fiorentina, ma negli ultimi anni abbiamo fatto benissimo e abbiamo una base solida. Chiediamo soltanto un po’ di fiducia, sappiamo cosa dobbiamo fare», le uniche parole del dirigente. Di fatto un appello ai tifosi.

PROGETTO. Bernardeschi invece è apparso felice, pronto anche lui a parlare di programmi futuri. «Non ho mai pensato di andare via dalla Fiorentina e non c’era la Juventus dietro di me. Spero di dimostrare il mio valore. La parte economica, sia chiaro, è molto importante. Ma dovevo soltanto capire se il mio progetto coincideva con quello della società».

GIOVANI. «Sono pronto, ho anche un compagno molto valido accanto a meSpero che questa stagione possa essere quella giusta. So che non è facile diventare una bandiera, è cambiata la mentalità, ma vorrei conquistare Firenze», aggiunge il Berna parlando dei giovani su cui vuole puntare la Fiorentina e riferendosi in particolare anche al gemello Babacar.

MAGLIA. Che il carrarese studi da leader, lo dimostra anche la scelta della maglia numero 10. Un numero che vale più di mille parole. «So che è molto importante, l’hanno vestita grandi campioni. Quando li vedevo giocare, mi ricordo Baggio, dicevo a mio padre che sarebbe stato un sogno. Ho scelto di indossarla perché sono qui da 12 anni e sento di volerla indossare. Non è presunzione. Per me è un orgoglio indossare questo numero in una città come Firenze».

NAZIONALE. Con la speranza che sia il passepartout per l’Italia. «Tutti i calciatori sperano di indossare la maglia della propria Nazionale. Con l’Under 21 non ero proprio al 100%. Voglio ringraziare Di Biagio per avermi portato all’Europeo Under 21 nonostante non fossi al top della condizione».

GOMEZ. A proposito di nazionali, Mario Gomez sogna di riprendersi quella tedesca con la maglia del Besiktas. Accolto come una rockstar oggi è arrivato in Turchia: il suo passaggio al club di Istanbul però non è definitivo. La formula è quella del prestito senza obbligo di riscatto. La Fiorentina, insomma, si libera del suo faraonico ingaggio, ma rischia di doverlo riprendere tra un anno, quando mancheranno solo 12 mesi alla scadenza del suo contratto con i viola.

Tag:, ,

Massimiliano Mugnaini

Massimiliano Mugnaini

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.