In parziale esecuzione della sentenza della Consulta

Pensioni: gli arretrati (perequazione, una tantum) in pagamento dal 3 agosto. Le tabelle Inps

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

inpsROMA – Come anticipato da Firenze post, da lunedì 3 agosto saranno in pagamento gli arretrati in esecuzione (parziale) della sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittima l’eliminazione della perequazione.

I rimborsi avvengono attraverso un meccanismo a scaglioni.
– 40% per i trattamenti tra tre e quattro volte il minimo;
– 20% per gli assegni da quattro a cinque volte il minimo;
– 10% per le pensioni tra cinque e sei volte il minimo;
– nessuna rivalutazione a partire dalle pensioni pari a sei volte il minimo.

Tali percentuali valgono solamente per l’indicizzazione del 2012 e del 2013 (bloccata dalla Riforma pensioni contenuta nel decreto Salva Italia del 2011), mentre per il 2014 e il 2015 la restituzione è pari al 20% e salirà al 50% nel 2016.

LE TABELLE SECONDO FONTI INPS

Importo pensione prima della sentenza                            Arretrati

2012 – € 1.500                                                                           € 210,6

2013 – € 1.500                                                                           € 447,2

2014 – € 1.515,68                                                                      €  89,96

2015 –  € 1.518,56                                                                      € 48,51

Sulla base di queste cifre gli arretrati per una pensione che nel 2012 – 2013 era di 1.500 euro sono pari a € 796,27, mentre l’assegno rivalutato a decorrere dalla mensilità di agosto 2015 è pari a  € 1.525,49.

 

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.