Misure antisciacallaggio decise dal prefetto Giuffrida

Firenze maltempo: tre tetti crollati in zona Gavinana. L’ultimo in via Cardinal Latino. Evacuati gli abitanti

di Redazione - - Cronaca, Primo piano

Stampa Stampa
Vigili del Fuoco

Vigili del Fuoco

FIRENZE – Salgono a tre gli edifici col tetto completamente crollato a Firenze dopo il violento nubifragio di ieri. La tempesta ha causato il cedimento della copertura di una palazzina in via Cardinal Latino, zona Gavinana, uno dei quartieri più colpiti dal maltempo. Evacuati tutti gli inquilini, stamani, dopo le verifiche dei vigili del fuoco. Già ieri sera erano stati allontanati dalle loro case, sempre per il crollo del tetto, gli abitanti di altri due palazzi, in viale Giannotti e in via del Gignoro.

VIGILI DEL FUOCO – In totale i pompieri sono finora intervenuti in 26 stabili dove il vento fortissimo ha scoperchiato, o causato cedimenti totali o parziali, ai tetti. Per fronteggiare la richiesta di interventi – 350 quelli chiesti e messi in attesa – i vigili del fuoco hanno raddoppiato i turni di servizio. Rinforzi sono arrivati da Bologna e Modena, in particolare con autoscale e piattaforme mobili per accelerare le verifiche ai tetti e mettere in sicurezza le alberature danneggiate. Tra i 350 interventi chiesti, 200 sono per rami e tegole pericolanti, 100 per verifiche di stabilità, 15 per
pompaggi d’acqua da scantinati. Al lavoro 100 vigili del fuoco con 30 mezzi.

PREFETTURA – La prefettura di Firenze ha intanto varato misure antisciacallaggio nelle zone colpite dalla tempesta di ieri e dove – a Firenze, Bagno a Ripoli e Vicchio – sono stati evacuati appartamenti. Il prefetto Alessio Giuffrida, infatti, ha dato immediate disposizioni alle forze dell’ordine perché sia attivata un’efficace azione per prevenire ogni possibile episodio di sciacallaggio.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.