Le guide alpine li hanno recuperati con una complessa operazione

Monte Rosa: salvati due alpinisti caduti in un crepaccio. Entrambi feriti, uno gravemente.

di Paolo Padoin - - Cronaca

Stampa Stampa

rosa

AOSTA – Dopo una lunga e complessa operazione di recupero sono stati tratti in salvo i due alpinisti italiani caduti in un crepaccio sul versante sud del Breithorn centrale, nel massiccio del Monte Rosa. Le guide del Soccorso Alpino valdostano e del Sagf della Guardia di Finanza di Cervinia hanno impiegato molto tempo nell’individuare il luogo della caduta e sono stati guidati da uno dei due alpinisti che ha potuto mettersi in contatto telefonico con i soccorritori da dentro il crepaccio, ad una ventina di metri di profondità. I feriti, trasportati all’ospedale Parini di Aosta, sono entrambi italiani. Il più grave, B.L., ha 33 anni ed è residente in Cina. Nella caduta nel crepaccio ha riportato un politrauma è stato ricoverato in rianimazione. La prognosi è riservata. L’altro alpinista, D.F, ha 32 anni ed è della provincia di Firenze. Le sue condizioni, meno gravi, sono ancora in fase di diagnosi.

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.