Mercoledì 5 agosto alle 21.15

Siena: l’ORT ospita Boris Belkin e Yuri Bashmet, con Valentina Peleggi sul podio

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura, Spettacolo

Stampa Stampa
Valentina Peleggi

La giovane direttrice d’orchestra Valentina Peleggi (foto di Patrizio Del Duca per concessione dell’ORT)

FIRENZE – A Siena l’Orchestra della Toscana è ospite del festival estivo dell’Accademia Musicale Chigiana con un  concerto degno d’interesse per più motivi: non solo, in veste di solisti, ci sono i russi Boris Belkin al violino e Yuri Bashmet alla viola, due fuoriclasse che hanno bisogno di poche presentazioni, ma la direzione è affidata a una promettente bacchetta, quella di Valentina Peleggi.

Tutti gli anni l’ORT, durante la stagione invernale, accoglie sul podio qualche direttrice d’orchestra (che in Italia si contano ancora sulle punte delle dita), ma questa è forse la prima volta che vi fa salire una nativa di Firenze. Qui Valentina Peleggi ha compiuto i primissimi studi musicali e qui ha assunto la direzione, nel 2005, del Coro Universitario del nostro Ateneo. Il diploma in direzione d’orchestra l’ha conseguito al Conservatorio Santa Cecilia di Roma e si è perfezionata per ben cinque anni all’Accademia Musicale Chigiana, con Gianluigi Gelmetti e Maurizio Dones. Sempre alla Chigiana si è già esibita come direttrice con Boris Belkin al violino. Nel 2009 è stata invitata a dirigere a Roma il concerto ufficiale per i festeggiamenti dei cento anni di Rita Levi Montalcini, ma è negli ultimi tre anni che la sua carriera è stata un susseguirsi di esperienze prestigiose, soprattutto oltreconfine. È stata la prima donna italiana ad entrare nel programma internazionale di direzione d’orchestra alla rinomatissima Royal Academy of Music di Londra (solo due posti all’anno per tre continenti), dove l’aveva preceduta l’attuale direttore principale dell’ORT, Daniele Rustioni, e dove ha conseguito il Postgraduate Master of Art con il massimo dei voti e menzione d’onore ed ha avuto il DipRam, il riconoscimento più alto della Royal Academy per l’eccellenza delle performances. Nel 2014 è rientrata fra gli otto candidati invitati a partecipare alla Masterclass con David Zinman, il che le ha dato l’opportunità di seguire da vicino il lavoro di grandi direttori come Sir John Eliot Gardiner, Semyon Bychkov e Christian Thielemann. Finalista al Concorso Internazionale di Opera del Teatro Lirico di Spoleto, ha vinto nel 2014 il Conducting Prize al Festival do Inverno di Campos do Jordao ed è stata subito invitata come direttore assistente dell’ OSESP – Orchestra Sinfonica di Stato di San Paolo del Brasile; è anche la vincitrice del 2015-2017 Taki Concordia Conducting Fellowship, riservato alle direttrici d’orchestra esordienti. Due settimane fa debuttava al Teatro São Pedro con l’Ospa – Orchestra Sinfonica di Porto Alegre, fra dieci giorni sarà a Londra come direttore assistente ai Proms alla Royal Albert Hall, per tutto il 2016 le hanno offerto un contratto per tornare a fare il direttore assistente dell’ OSESP in Brasile. Una carriera in netta ascesa e un talento da seguire, sperando che nelle nostre contrade, dove anche alle donne che dirigono un’orchestra ci si deve rivolgere con l’appellativo di “Maestro” (tanto la professione è sentita come esclusivamente maschile), non le sia troppo d’ostacolo l’appartenenza al gentil sesso.

mercoledì 5 agosto, ore 21.15

Siena, Chiesa di Sant’Agostino (Prato Sant’Agostino)

Orchestra della Toscana diretta da Valentina Peleggi
Boris Belkin: violino – Yuri Bashmet: viola

Arvo Pärt Silouans, «Song», per orchestra d’archi
Wolfgang Amadeus Mozart, Sinfonia concertante per violino, viola e orchestra K.364
Felix Mendelssohn Bartholdy, Sinfonia n.4 op.90 “Italiana”

Chigiana International Festival and Summer Academy

Biglietti acquistabili anche online sul sito dell’Accademia Musicale Chigiana

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.