La polemica

Firenze, nubifragio: a San Salvi alberi secolari spazzati via

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Parco di San Salvi, i pini abbattuti dal nubifragio (foto Twitter - Chille)

Parco di San Salvi, i pini abbattuti dal nubifragio (foto Twitter – Chille)

FIRENZE – Il Parco di San Salvi a Firenze, intorno all’ex manicomio cittadino, è rimasto devastato dal nubifragio di sabato scorso e decine di alberi secolari sono andati distrutti; scomparsa l’intera pineta che circondava la residenza universitaria.

Il parco è situato in uno dei quartieri colpiti dal tornado di sabato sera e ora la compagnia teatrale Chille de la Balanza, che lì ha la sua sede, ne denuncia la devastazione. «Noi Chille – raccontano – siamo al lavoro per un nuovo inizio. Anche il pino secolare, davanti alla nostra casa è crollato… ma miracolosamente appoggiandosi a lato su di un altro albero, come in un abbraccio mortale, ha salvato il padiglione che da anni ci ospita». Distrutti, però, il palco ed alcune attrezzature.

Ora, la compagnia teatrale chiede: «Ma perché questo parco non è tra quelli per cui è aperta la sottoscrizione comunale? Semplice, perché aspetta da decenni il passaggio di proprietà dall’Asl (meritorio comunque il suo impegno in queste ore) al Comune: San Salvi è ‘solo’ un parco di proprietà privata… con uso pubblico». Sul loro profilo Twitter, però, i Chille segnalano un numero di conto corrente per chi volesse dare un contributo a riparare i danni.

«Il Comune – scrivono i Chille – avvia una raccolta fondi a favore dei parchi cittadini… ma non per San Salvi! Anche stavolta un assordante silenzio». «Alla disgrazia della calamità naturale si aggiunge così quella umana di tempi infiniti per qualcosa che potrebbe attuarsi, volendo, in pochi giorni. Così anche in quest’occasione San Salvi paga il suo stigma». «A quando, chiediamo al sindaco Nardella e alle altre autorità, una decisione per il parco di San Salvi?».

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.