Oggi 3 agosto

Firenze, nubifragio: Rossi firma lo stato di emergenza. Oltre 300 gli interventi dei vigili del fuoco

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Il momento della firma al protocollo d'intesa fra Enrico Rossi ed i rappresentanti di imprese e sindacati

Al centro il presidente della Toscana, Enrico Rossi

FIRENZE – E’ stato firmato dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi il decreto che dichiara lo stato di emergenza per i danni provocati dalla tempesta che sabato scorso si è abbattuta su Firenze e in altre località toscane.

La Regione Toscana è in contatto anche con la protezione civile nazionale, che nella giornata di domani, 4 agosto, invierà a Firenze cinque ispettori. Intanto sui luoghi colpiti è già impegnato un primo gruppo di profughi, così come auspicato domenica dallo stesso governatore.

Anche oggi, 3 agosto, sono continuate le richieste di soccorso alla sala operativa dei vigili del fuoco per fronteggiare i danni causati dal nubifragio. La lista d’attesa conta centinaia di indirizzi. Finora, dalla sera dell’emergenza, i pompieri hanno fatto oltre 300 interventi. Sono in campo 170 vigili del fuoco con 40 mezzi di soccorso.

Gli interventi, si evidenzia dai vigili del fuoco, sono complessi e pericolosi, in particolare le verifiche sullo stato dei tetti e la rimozione degli alberi caduti addosso alle case. Per questo secondo ordine di interventi, i pompieri prima di rimuovere le piante devono accertarsi che non si siano creati problemi di stabilità alle pareti offese dall’urto.

Oltreché nella zona di Firenze Sud, prosegue senza sosta l’opera di soccorso nei vicini comuni di Bagno a Ripoli, Impruneta e Fiesole dove, come nel capoluogo, anche qui ci sono stati allagamenti, caduta di alberi e danneggiamento di tetti, coperture e strutture varie.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.