Successo del concerto alla Cava di Roselle

Da Gino Paoli e Orchestra Sinfonica di Grosseto tante «Immagini di un pentagramma»

di Fabio Piccioni - - Cronaca, Cultura, Spettacolo, Top News

Stampa Stampa
Gino Paoli

Gino Paoli

GROSSETO – Successo di Gino Paoli ieri sera 3 agosto nel suggestivo scenario della Cava di Roselle, ultimo grande appuntamento della stagione estiva musicale promossa dalla Fondazione Grosseto Cultura. 

 

Un concerto di qualità, in cui l’Orchestra Sinfonica Città di Grosseto, composta da venti elementi diretti da Laura Bianchi, ha presentato «Immagini di un pentagramma», offrendo un viaggio tra autori del Novecento, musiche da film e brani jazz orchestrali di grandi compositori : tra questi Astor Piazzolla

(«Libertango»), Ennio Morricone («C’era una volta in America», «Ave Maria Guaranì» e «Amapola»), Nicola Piovani («La vita è bella»), Nino Rota (con un medley di «Amarcord»).

 

Ospite d’eccezione della serata è stato Gino Paoli (80 anni) che, grazie agli arrangiamenti del maestro Riccardo Cavalieri, ha proposto in chiave orchestrale cinque dei suoi indimenticabili brani:«La gatta», «Una lunga storia d’amore», «Il cielo in una stanza», «Sapore di sale» e «Senza fine».

Nella seconda parte, le note dell’Orchestra, nuovamente diretta dal maestro Bianchi, hanno presentato brani americani come «Summertime», «Les petites canailles: Good Old Days» e «Moon river».

Soddisfazione è stata espressa anche dal presidente della Fondazione Grosseto Cultura Loriano Valentini, per la «combinazione» vincente tra musica di alto livello, eccellenze musicali di Grosseto e un luogo, come la Cava di Roselle, che – ha detto – «rappresenta al meglio la storia e la bellezza di questo territorio».  

Tag:,

Fabio Piccioni

Fabio Piccioni

Avvocato del Foro di Firenze
avv.fpiccioni@gmail.com www.avvocatieavvocati.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.