Oltre 500 gli interventi dei vigili del fuoco in città

Nubifragio a Firenze, cimitero di alberi in Lungarno Colombo. Danni per 1 milione di euro alle aziende agricole

di Redazione - - Primo piano

Stampa Stampa
Danni nubifragio Firenze (Bellariva 2)

Il lungarno, lato Bellariva, devastato dal nubifragio

FIRENZE – A oggi 4 agosto sono ormai oltre 500 gli interventi effettuati dai vigili del fuoco di Firenze dopo il nubifragio di sabato scorso, 1 agosto: secondo quanto rende noto il comando provinciale, ne rimangono in lista d’attesa poco più di un centinaio, con 170 uomini all’opera.

I pompieri al momento sono in azione anche su Lungarno Colombo, dove il 90% degli alberi è caduto o è rimasto danneggiato, per consentirne la riapertura al traffico. Il servizio Protezione civile della Città metropolitana di Firenze ha messo in azione 50 squadre fino alla chiusura delle criticità.

Ma il tornado che si è abbattuto su Firenze nella serata del primo agosto ha devastato anche aziende agricole con danni fino al 100% delle produzioni ortofrutticole e capannoni distrutti, oltre a serre, magazzini e annessi agricoli. Lo afferma la Cia (Confederazione italiana agricoltura) i cui tecnici stimano in oltre un milione di euro i danni.

I problemi più gravi sono segnalati per aziende del comune di Firenze, ma anche nei comuni di Pontassieve, Fiesole e Bagno a Ripoli. Per alcune imprese i danni toccano i 150mila euro. «Come accade ormai di frequente – commenta Filippo Legnaioli, presidente Area metropolitana Cia Firenze e Prato e vicepresidente Cia Toscana – questi fenomeni come la tromba d’aria dei giorni scorsi, colpiscono una zona circoscritta e in quel punto ci sono danni molto gravi per le aziende. E’ urgente modificare anche gli strumenti di risarcimento che oggi abbiamo a disposizione. La Cia Toscana chiederà l’attivazione dello stato di calamità ma soprattutto chiediamo il ristorno del 100% dei danni».

E’ stata intanto annullata la missione a Edimburgo del sindaco Dario Nardella, impegnato fino a ieri sera nel coordinamento delle operazioni successive al nubifragio di sabato scorso. Il sindaco avrebbe dovuto raggiungere la capitale della Scozia, città gemellata con Firenze, in occasione del Fringe Festival che si apre il 7 agosto: in tale occasione avrebbe dovuto concordare iniziative culturali congiunte Firenze-Edimburgo.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.