La circolazione è stata riaperta alle 8,20

Autosole e ferrovia lenta interrotte fra Orte e Orvieto per il disinnesco di una bomba

di Paolo Padoin - - Cronaca

Stampa Stampa
Autostrada A1,

Autostrada A1,

ORVIETO – Chiusa la circolazione sull’Autosole tra i caselli di Orvieto e Orte per le operazioni di disinnesco e brillamento della bomba d’aereo della seconda guerra mondiale trovata a Fori di Baschi, a circa 250 metri
dalla stessa autostrada. La bomba d’aereo risale alla seconda guerra mondiale e pesa 500 libbre. La polizia stradale sta provvedendo alla deviazione del traffico sulla viabilità secondaria, in particolare sulle statali 71, 2 e 675. Al momento non vengono segnalate problematiche particolari. Il traffico lungo l’autostrada dovrebbe riprendere alle 8.20. Chiusa, sempre dalle 6, anche la statale 205 Amerina, la cui riapertura è prevista invece alle 8.40.
Concluse anche le operazioni di evacuazione delle circa 80 persone residenti in un raggio di 1.800 metri dal luogo del
ritrovamento, iniziate intorno alle 5. Il despolettamento dell’ordigno avverrà in loco, quindi la bomba sarà trasferita su un mezzo dell’Esercito e scortato fino ad una cava vicina dove avverrà il brillamento. La fine delle operazioni è prevista intorno alle 10.

È stata interrotta anche la circolazione ferroviaria sulla linea lenta della Roma-Firenze.I treni in transito tra Orte e Orvieto, nelle due direzioni, verranno deviati sulla linea direttissima. Tre quelli interessati: l’Intercity notte 794, che secondo Rfi potrà allungare i tempi di viaggio di circa 30 minuti, il Regionale veloce 3377 (Terontola-Roma Termini) che sarà deviato sulla linea direttissima e non fermerà alle stazioni di Alviano e Attigliano e il Regionale veloce 2304 (Roma Termini- Firenze Santa Maria Novella), sempre deviato sulla direttissima, che non farà le stesse fermate e potrebbe allungare i tempi di percorrenza di dieci minuti. La circolazione dovrebbe riprendere alle 8.20.

AGGIORNAMENTO ORE 8,25: Riaperta la circolazione su autostrada e ferrovia

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.