Lite fra Filt, Fiom e l'assessore Bettarini

Firenze, vertenza taxi: la Cgil si spacca

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa
Alcuni taxi regolari in sosta nella pizza del Duomo

Taxi a Firenze

FIRENZE – Cgil spaccata sulla vicenda taxi a Firenze: nella polemica tra Filt e Comune si è inserita la Fiom provinciale, criticando le prese di posizione dei «cugini», il cui segretario metropolitano Roberto Cassigoli ha attaccato l’assessore Giovanni Bettarini, fautore dell’aumento delle licenze e del controllo a distanza dei taxi tramite Gps.

«Questa categoria di lavoratori autonomi mediamente denuncia in tasse meno di un lavoratore dipendente in cassa integrazione», ha affermato su Facebook il segretario generale Fiom Daniele Calosi, il quale sostiene di aver ricevuto messaggi privati di critiche da parte di tassisti fiorentini.

«Mi fa piacere sia sempre solidale con tutti i lavoratori – ha risposto a uno di loro – anche se questa è la prima volta che ci cercate, e finora non abbiamo visto tassisti ad alcun presidio Fiom», ha scritto Calosi, citando le vertenze Shelbox, Tecnol, Esaote, Teckna Impianti.

Due giorni fa Cassigoli in un post su Facebook dedicato a Bettarini aveva alluso alla morte di San Lorenzo; ieri in una nota ha negato di aver voluto minacciare l’assessore, il quale però si è lamentato di non aver ricevuto scuse, e ha annullato un incontro coi sindacati che aveva in agenda.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.