Nell'ambito dell'operazione di sorveglianza

Ferragosto 2015, mare sicuro: ecco le regole della Guardia Costiera

di Domenico Coviello - - Cronaca, Lente d'Ingrandimento

Stampa Stampa
Guardia Costiera, la sorveglianza sule spiagge per Ferragosto

Guardia Costiera, la sorveglianza sulle spiagge si rafforza a Ferragosto

Condizioni meteo permettendo, sarà un Ferragosto 2015 con gli italiani al mare. Piene al 90% le strutture ricettive della Toscana, fra vacanzieri nostrani e, soprattutto, turisti stranieri. Torna così, puntuale come ogni estate, l’operazione «Mare sicuro» della Guardia Costiera sugli 8 mila chilometri di coste dell’Italia. Attraverso la Capitaneria di Porto di Viareggio, la Guardia Costiera ricorda l’importanza del rispetto delle principali regole e norme di sicurezza per tutti coloro che si trovano in mare: bagnanti, diportisti, subacquei, pescatori sportivi e non.

– Vietato il transito di unità navali nella fascia di mare fino a 300 metri dalla battigia, delimitata da apposite boe di colore rosso/arancione, che durante la stagione estiva è prioritariamente riservata alla balneazione.

Solo a certe condizioni le unità navali possono accedere alla battigia – peraltro solo per il tempo strettamente necessario per il trasbordo di passeggeri o lo scarico di merci, essendo vietata la sosta -: percorrendo a lento moto (massimo 2/3 nodi), laddove presenti, i corridoi di lancio appositamente previsti e segnalati. In assenza di corridoi di lancio, è obbligatorio spegnere il motore, sollevarlo e procedere a remi prestando sempre la massima attenzione in presenza di bagnanti.

Le unità a motore devono percorrere la fascia di mare tra i 300 ed i 1.000 metri dalle spiagge a una velocità non superiore ai 10 nodi e comunque con lo scafo in dislocamento.

Le imbarcazioni devono tenersi a una distanza di almeno 100 metri da eventuali subacquei, i quali dovranno comunque segnalare la presenza in acqua tramite apposito pallone galleggiante con bandierina rossa e striscia diagonale bianca (restando per prudenza entro i 50 metri dal segnalamento).

Prima di intraprendere la navigazione, è sempre meglio consultare i bollettini meteomarini e informarsi sulle ordinanze marittime locali (consultabili presso gli uffici delle Capitanerie di porto o reperibili anche su internet al sito Guardiacostiera.gov.it) che possono imporre limiti, divieti o prescrizioni per la navigazione in determinate aree.

Divieto assoluto di accendere fuochi sulle spiagge in occasione dei festeggiamenti di Ferragosto.

Per qualunque segnalazione ed emergenza in mare è sempre attivo il numero blu 1530, gratuito da telefono fisso o da cellulare, al fine di reprimere eventuali comportamenti illeciti, per un Ferragosto sicuro.

 

Tag:,

Domenico Coviello

Domenico Coviello

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.