Ottimo debutto del neo acquisto croato. A segno pure Ilicic, Mati sbaglia un rigore

Fiorentina-Iraklis, Kalinic subito in gol: battuti anche i greci (2-1)

di Massimiliano Mugnaini - - Primo piano, Sport

Stampa Stampa
Anche Ilicic ha parlato alla presentazione a Moena, dicendo di non essere stanco nonostante il ritiro

Ilicic, per la Fiorentina è un punto fermo: Sousa ormai lo considera incedibile

MONTECATINI TERME – Bastano 15 minuti al neo-acquisto viola Nikola Kalinic per far capire a tutti di essere arrivato a Firenze tirato e pronto per il campionato. A Montecatini il primo gol nell’amichevole della Fiorentina contro i greci dell’Iraklis,  poi terminata 2-1 per effetto del pareggio di Perrone e dello splendido sinistro dalla distanza di Ilicic, è infatti del bomber, nazionale croato.

KALINIC  Una rete da centravanti vero. L’ex Dnipro, si avventa in acrobazia su un cross di Pasqual ed è prontissimo a ribadire in gol la respinta del portiere greco con un tocco facile facile. Ma non c’è solo la realizzazione nella partita del nuovo numero 9 viola, che gli consente di prendere applausi scroscianti quando esce al 33′ della ripresa.

FORMA  Kalinic conquista anche un penalty che poi Mati Fernandez si fa parare dal portiere in chiusura di prima frazione; aiuta molto in fase di appoggio e, come detto, anche dal punto di fisico sembra già molto avanti nella condizione. Anche perché il campionato ucraino in cui militava fino alla scorsa settimana, è già alla quinta giornata.

NUOVI  La gara di Montecatini Terme  – discreta la partecipazione di pubblico nonostante il giorno di Ferragosto – è servita comunque anche per capire come crescono gli altri volti nuovi viola. Buone le indicazioni per Sepe – una grande parata nel primo tempo, incolpevole sul gol subìto -, ancora da oliare l’intesa tra i due centrocampisti Mario Suarez e Vecino che comunque singolarmente non hanno demeritato, discreto in fase di spinta Gilberto, anche se schierato in una posizione non sua: era nel terzetto dei rifinitori assieme a Mati Fernandez e Ilicic.

ILICIC  Già, lo sloveno. Ha sfornato un’altra buona prestazione di questo pre-campionato in cui ha convinto Sousa a farlo diventare incedibile, timbrando anche un gran gol. Con un siluro di sinistro al 27′ con cui ha letteralmente incenerito il portiere ellenico, ed è stata anche la rete che ha fissato il risultato visto che nel secondo tempo non si è segnato più.

DIFESA  Tutto bene allora per la Fiorentina? Non proprio tutto. Anche se non era la difesa vera (Gonzalo a riposo dopo la gara giocata 24 ore prima contro la Lucchese, Astori in campo solo al 9′ del secondo tempo al posto dell’infortunato Bagadur), all’Iraklis sono state concesse troppe occasioni, anche se i greci hanno segnato solo una rete. Domenica 23 agosto, la prima di campionato contro il Milan, sarà il caso di evitarlo contro i vari Bacca e Luis Adriano.

ABBONAMENTI – La vittoria nell’ultimo test (gara vera, con i giocatori dell’Iraklis che non hanno lesinato falli anche duri) è comunque la conferma del grande precampionato della Fiorentina, sconfitta solo dal Psg nella Icc con le perle dei successi contro Barcellona e Chelsea. Non conterà nulla il calcio d’agosto, ma resta il fatto che dopo queste affermazioni, la vendita degli abbonamenti si è impennata e a una settimana dall’inizio del campionato, sono vicini a quota 17 mila.

FORMAZIONE  Questa, infine, la formazione iniziale della Fiorentina, rimasta in campo per tutto il primo tempo, ovviamente schierata con il classico 4-2-3-1 di Sousa: Sepe; Tomovic, Hegazi, Bagadur, Pasqual; Suarez, Vecino; Giberto, Mati Fernandez, Ilicic; Kalinic. Nella ripresa l’ingresso in campo dei vari Bernardeschi, Lezzerini, Diakhatè, Iakovenko e Bangu.

 

 

Tag:, ,

Massimiliano Mugnaini

Massimiliano Mugnaini

Commenti (1)

  • Pierluigi

    |

    Dice il proverbio: chi ben comincia è alla metà dell’opra.
    Speriamo bene per il futuro molto vicino che si chiama Milan.

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.