La classifica del Mail On Sunday

Londra, multe e caro-parcheggi: francesi i maggiori «evasori». Gli italiani solo sesti

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

 

Londra, un addetto al controllo dei pacheggi

Londra, un addetto al controllo dei pacheggi

LONDRA – Gli stranieri in auto che hanno il vizio di non pagare i salatissimi parcheggi nel centro di Londra (a St. James con 1,2 sterline – 1,40 euro – si ha diritto a soli a 15 minuti di sosta) debbono dall’inizio dell’anno alla City of Westminster (il cuore della capitale che va a nord da Abbey Road fino al Tamigi a sud, e da Hyde Park ad ovest al Covent Garden ad est) ben 1 milione di sterline (1,4 milioni di euro) in multe.

A svettare sul podio di questa non invidiabile classifica, quest’anno come lo scorso, i francesi che hanno un conto in sospeso di 318.389 di sterline, nettamente meglio rispetto al milione e 26 mila sterline del 2014. Secondi i loro vicini, i belgi, con 81.470 sterline contro le 272.980 del 2014. Gli italiani quest’anno hanno fatto molto peggio dello scorso anno: siamo al sesto posto nella lista nera, con 42.435 sterline mentre in tutti i 12 mesi del 2014 eravamo al nono posto con 87.470 sterline.

Peggio di noi gli irreprensibili – ma solo casa loro – tedeschi, terzi con 68.462 sterline di multe non pagate, seguiti al quarto posto – assoluta new entry – dai sudditi dell’emiro del Qatar. Sudditi cui il contante non manca, viste le supercar, Ferrari, Lamborghini, Aston Martin & Co. immortalate platealmente in divieto di sosta o senza biglietto del parcheggio davanti a Harrod’s – di proprietà della famiglia Al Khalifa – o all’hotel più elegante di Londra, il Dorchester, icona art deco del 1931 e mai cambiato (di proprietà del sultano del Brunei) a Mayfair. Non meno ricchi ma più rispettosi delle leggi britanniche i sauditi, all’ultimo posto tra i 20 «evasori» dei parchimetri con sole 6.500 sterline di arretrato.

Oltre al costo dei parcheggi anche le multe non scherzano: si va da un minimo di 80 ad un massimo di 130 sterline. Se si paga entro 14 giorni si ottiene uno sconto del 50%. Decimi, riporta il Mail on Sunday, gli statunitensi con 37.855 sterline di arretrato ma che sono di gran lunga i maggiori debitori: i diplomatici Usa debbono 7,5 milioni alla città per 66.373 multe non pagate in 10 anni.

Tra i multati Made in Usa dagli inflessibili parking warden (soprannominati «volture», avvoltoi, dai loro concittadini) Hillary Clinton la cui auto venne multata nell’ottobre del 2013 con un Penalty Charge Notice di 80 sterline mentre l’attendeva su St. James Square, cuore del cuore di Londra, dove l’ex segretario di Stato stava partecipando a un evento presso il più prestigioso think tank di politica estera del mondo, Chatam House.

Tag:, ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.