Taglia il traguardo per primo Polonski montato da Tittìa

Siena, Palio dell’Assunta 2015: vince la Selva che domina dall’inizio alla fine

di Domenico Coviello - - Cronaca, Primo piano

Stampa Stampa
Siena, il fantino Tittìa su Polonski stravince il Palio di agosto 2015 per la Selva

Siena, il fantino Tittìa su Polonski stravince il Palio di agosto 2015 per la Selva

SIENA – Un dominio assoluto. Dal primo all’ultimo secondo. Una vittoria limpida e strepitosa quella della Selva al Palio dedicato alla Madonna Assunta di oggi 17 agosto (dopo il rinvio di ieri per maltempo). Ha tagliato per primo il traguardo il cavallo Polonski montato da Giovanni Atzeni detto Tittìa. La Selva era fra le contrade favorite, insieme all’Istrice, alla Torre, all’Onda (che era di rincorsa).

Non vinceva comunque dal 2010 e ora Tittìa ha raggiunto a quota 5 palii vinti Andrea Mari detto Brio. Tittìa si conferma uno dei fantini più forti in grado di insidiare, col tempo, anche il re della piazza, Luigi Bruschelli, Trecciolino, a quota 13 vittorie, solo una meno del mitico Aceto (Andrea Degortes).

Dopo circa mezzora di mosse al canape e due false partenze, poco prima delle 19.30, la Selva è partita nel migliore dei modi inseguita dalla contrada nonna, la Lupa, che non vince da 26 anni, dall’Oca col giovane Bruschelli, detto Bellocchio, e dalla Torre.

Ma Polonski condotto alla perfezione da Tittìa ha corso in modo magistrale, con grande eleganza. Facilitato, certo, dalla caduta dopo pochi metri della Tartuca e, alla fine, da quella di Enrico Bruschelli che per l’Oca montava Quadrivia. Ha vinto l’unica contrada che non aveva rivali in piazza. Forse le altre, troppo attente a danneggiarsi fra di loro, l’hanno di fatto sottovalutata.

Tag:,

Domenico Coviello

Domenico Coviello

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.