Entrate in vigore le nuove norme

Codice della strada: anche a 16 anni si può portare un passeggero sul motorino 50cc

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

motorino

ROMA – Da oggi si potrà andare in due sul motorino anche se il conducente (abilitato alla guida) ha 16 anni. È una delle modifiche al Codice della strada introdotte dalla legge 115 del 29 luglio scorso («Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea»). Gli interessati sono i possessori di patenti AM (obbligatoria per guidare il ciclomotore) e A1 (che permette di guidare motocicli di 125 cc e con potenza non superiore agli 11Kw) e B1, con la condizione obbligatoria che il mezzo utilizzato sia predisposto a tale scopo. «Il divieto di circolazione – spiega l’Asaps, l’Associazione amici sostenitori polizia stradale – resterà in vigore solo per i 14-15enni in motorino e in caso di ciclomotori non idonei al trasporto di due persone».

Tra le novità introdotte, viene inoltre eliminato il richiamo alla residenza per rilasciare la patente di guida. Cambia anche la legge sugli esami per la “B”, quella più diffusa tra le licenze: l’esaminatore dovrà essere in possesso di una patente analoga da almeno tre anni. Per le altre, l’esaminatore dovrà prima prendere parte a un percorso formativo. Infine, i gradi del campo visivo verso l’alto necessari per conseguire la patente passano da 25 a 30.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.