Il premier italiano non ha ottenuto le garanzie che cercava

Expo 2015, incontro Merkel – Renzi: Europa e immigrazione, ma anche molte parole al vento

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa
German Chancellor Merkel and Italian Prime Minister Renzi arrive for a press conference on July 1, 2015 at the chancellery in Berlin.  AFP PHOTO / JOHN MACDOUGALL

Merkel e Renzi

MILANO – La visita – lampo della cancelliera tedesca Angela Merkel ad Expo, e l’incontro col premier Matteo Renzi, sono capitati in un momento delicato per la politica tedesca ed europea. Bruciano le questioni degli aiuti alla Grecia –  su cui mercoledì prossimo dovrà votare il Bundestag – , e dell’emergenza sempre più drammatica dell’immigrazione. Non solo quella in arrivo dal sud del Mediterraneo, ma anche dall’Est.

A Matteo Renzi, Merkel ha chiesto informazioni su cosa succederà nel sito dopo l’esposizione una volta che la manifestazione sarà conclusa il 31 ottobre. E il presidente del Consiglio le ha risposto che «siamo stati in tempo per Expo e lo saremo anche per il futuro».All’interno dell’Expo Merkel ha firmato la Carta di Milano.

All’uscita la politica tedesca ha potuto anche ammirare l’Albero della vita, l’icona del Padiglione Italia, illuminato con uno spettacolo speciale sulle note del brindisi verdiano «Libiamo, né lieti calici» dalla Traviata. Ed è poi salita in macchina sorridente, salutata da Renzi e dalla moglie che hanno lasciato Expo poco dopo.

“E’ andata molto bene “. Cosi’ il premier Matteo Renzi al termine della visita ad Expo della cancelliera tedesca Angela Merkel, che ha appena lasciato il sito espositivo. Renzi non ha rilasciato altre dichiarazioni ma si e’ detto soddisfatto per come e’ andata la visita.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.