L'annuncio dell'assessore all'Agricoltura, Marco Remaschi

Cinghiali, cervi e caprioli in Toscana: la Regione prepara una legge ad hoc. Via alla caccia di selezione

di Redazione - - Cronaca, Primo piano, Top News

Stampa Stampa
Firenze, il cinghiale catturato in via del Palmerino

Firenze, il cinghiale catturato in via del Palmerino

FIRENZE – E’ ormai emergenza, in Toscana, per il numero spropositato e pericoloso di ungulati: cinghiali, in primo luogo, ma anche cervi e caprioli. A certificarla è stato oggi 20 agosto l’assessore regionale all’Agricoltura, Marco Remaschi.

«Il fenomeno degli ungulati è diventato ormai insopportabile – ha dichiarato -. In Toscana i numeri di cinghiali, cervi e caprioli sono elevatissimi. Stimiamo una popolazione di oltre 500 mila animali. Sono veramente troppi e producono danni ingenti all’agricoltura ma anche ai cittadini come purtroppo si è appena verificato».

Nella notte fra ieri e oggi, infatti, nel Pisano un automobilista ha perso la vita dopo che un cinghiale ha improvvisamente attraversato la strada parandoglisi davanti. «Stiamo approntando una legge – ha annunciato l’assessore -. Nei prossimi giorni ci incontreremo con le associazioni venatorie per maggiori interventi di abbattimento in modo da riportare la popolazione di ungulati ai parametri previsti da Ispra», l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale.

Attualmente, ha ricordato Remaschi, «in Toscana abbiamo una popolazione di ungulati di 20-30 volte superiore a quella prevista da Ispra. E’ oggettivamente intollerabile e per questo chiederemo un forte aiuto anche al mondo venatorio. I numeri sono eccessivi e le istituzioni devono intervenire».

Resta da capire la reazione degli ambientalisti e degli animalisti, che non si farà attendere a lungo. Un’intensificazione della caccia di selezione ai cinghiali, e soprattutto ai cervi e ai caprioli, potrebbe portare a proteste e lamentele anche in Toscana, la regione italiana col maggior numero di doppiette in attività.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.