Per il fine settimana

Firenze e Toscana, weekend 21-23 agosto: musica con Raffaele Tedesco, arte con Leonardo in digitale

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura, Economia, Top News

Stampa Stampa
raffaele tedesco

Raffaele Tedesco (in concerto sabato 22 al Fiorino sull’Arno)

FIRENZE – Gratis o low cost, ecco i principali eventi per il fine settimana del 21-23 agosto a Firenze e dintorni.

Per la sera, c’è il jolly degli spazi estivi cittadini con eventi gratis. Al Fiorino sull’Arno (Lungarno Pecori Giraldi – Firenze; info e prenotazioni per la cena 328 2013217; inizio spettacoli ore 21.30) l’evento-clou è il concerto, sabato 22, del cantautore Raffaele Tedesco, che per sei anni ha collaborato con Mogol, apparendo in molte trasmissioni televisive (La vita in diretta, Uno mattina, Ci vediamo in tv ecc.) e collaborando alla colonna sonora di diverse fiction Rai. Raffaele Tedesco, in trio, presenta il suo nuovo album «Che mondo sei», oltre a fare un piccolo omaggio ad alcuni mostri sacri della musica nostrana. Venerdì 21 si ascoltano invece le cover dei «Bold As Duo», domenica 23 c’è la consueta e frequentatissima Milonga a cura dell’Associazione Tango Florido.

Al Giardino dell’Artecultura (dentro il Giardino dell’Orticultura di via Vittorio Emanuele II) sabato 22 l’aperitivo è accompagnato dal funk-soul-acid jazz dei Led Kajal.

All’Off Bar – Lago dei cigni, nel giardino della Fortezza da Basso, venerdì 21 alle 22 l’interessante live dei livornesi «Bad Love Experience», che nel 2010 furono candidati al David di Donatello per la miglior canzone originale inclusa nella colonna sonora del film «La Prima Cosa Bella» di Paolo Virzì.

Alle Murate – Caffè Letterario (Piazza delle Murate; accesso da Via Ghibellina o da via dell’Agnolo) venerdì 21 alle 21 «Vuelvo al Sud», racconto in musica ispirato ai compositori che guardano al tango argentino, sabato 22 «Music Spectrum» e domenica 23 la proiezione di «Opera» di Dario Argento (1987).

Nel nuovissimo spazio «Di cultura in piazza», in Piazza del Carmine domenica 23 si esibisce il «Trio Zarlino» (formazione ridotta dei «Ragazzi Scimmia») col loro pastiche psychoswing a tinte balcaniche.

Alla Casetta del buon vino, spazio estivo del Negroni Bar (Piazza Demidoff, Firenze), venerdì 21 dalle 20 si ascolta il «B-trix DoubleSoul», con l’ottimo bluesman Sergio Montaleni alla chitarra.

Nello spazio estivo di Villa Solaria (Via degli Strozzi/Viale Gramsci, Sesto Fiorentino) domenica 23 alle 20.45 si può assistere a Fiorentina-Milan, prima partita di campionato.

Fuori città, a Palazzuolo sul Senio, c’è il «Natale Palazzuolese», con stand gastronomici ed eventi; fra quelli musicali, il principale è sabato 22 alle 21, quando salirà sul palco allestito nel centro storico Ellade Bandini, lo storico batterista di De André, Guccini, Paolo Conte, Mina, Branduardi, Vecchioni e molti altri, oltre che grande jazzista, insignito del Premio Tenco nel 2006; per l’occasione sarà accompagnato da Giorgino Fabbri, chitarrista di Albano e Ivan Graziani, Pape Gurioli, pianista di Jovanotti, Enrico Maria Papes, componente del glorioso gruppo beat «I Giganti».

Sempre sabato 22 alle 21,15 il Castello di Nipozzano (Pelago, Firenze) offre InCanto diVino, quarto appuntamento con Studio Lirico Rufina Festival, la rassegna che vede protagonisti giovani cantanti lirici provenienti da tutto il mondo. Al pianoforte il maestro Marco Borroni; conduce Giada Tanini. L’ingresso è gratuito.

Ad Altopascio sabato 22 per il «Francigena International Arts Festival» c’è il penultimo concerto di «All Modern Music in Altopascio»: alle 21.15, in Piazza Garibaldi, si esibirà il duo jazz formato da Alessia Ferrari alla voce e Vincenzo Genovese al pianoforte. Ingresso libero.

A Vinci prosegue Leonardo, una mostra impossibile, che nel primo mese di apertura ha fatto registrare 26 mila presenze. Vi si trovano 17 opere del genio toscano riprodotte in scala 1:1 con tecnologie digitali ad altissima definizione. Come dire: se è impossibile riunire gli originali di tesori artistici sparsi nei musei di tutto il mondo, dalla «Dama con l’ermellino» alla «Gioconda», dall’«Ultima cena» all’«Adorazione dei Magi», si rimedia con l’hi-tech certificato. Ulteriori informazioni sul sito della mostra.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.