Forse responsabili di altre rapine in città

Firenze, rapina in tabaccheria: arrestati mentre si spartiscono il bottino

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Il rapinatore siciliano preso dai carabinieri di Certaldo ad un anno di distanza dal colpo in banca

I rapinatori sono stati bloccati subito dopo il colpo

FIRENZE – Tre rapinatori sono stati arrestati da carabinieri e polizia: avevano appena messo a segno un colpo. E’ accaduto ieri sera, 21 agosto, a Firenze. In manette due uomini originari della provincia di Napoli di 32 e 26 anni e una donna residente a Firenze di 36 anni, ritenuti responsabili dei reati di rapina e furto di uno scooter.

La rapina era stata compiuta poco prima in via Lunga, nella zona dell’Isolotto, dove i due uomini, travisati con caschi e passamontagna, minacciando con una pistola il titolare 80 enne di una tabaccheria, si erano impossessati dell’incasso, di alcuni pacchetti di sigarette e di una collana d’oro strappata dal collo della vittima. L’anziano esercente, tra l’altro, lo scorso anno aveva sventato una rapina riuscendo a mettere in fuga i malviventi minacciandoli con un coltello.

Carabinieri e poliziotti che si trovavano nella zona per servizi di prevenzione e repressione di reati predatori si sono messi subito sulle tracce dei rapinatori, scappati a bordo di uno scooter rubato, rintracciandoli nell’abitazione della donna in via di Scandicci mentre si spartivano il bottino.

I tre, già conosciuti alle forze di polizia, si trovano ora al carcere di Sollicciano. Sono in corso ulteriori accertamenti per verificare eventuali responsabilità dei malviventi in analoghi episodi avvenuti nei giorni scorsi in tabaccherie e sale giochi e che avevano destato allarme: in un caso l’arma usata è stata addirittura un machete.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.