Il giocatore ai Campini solo per una visita medica

Fiorentina e Joaquin: il giorno dei dispetti. La società non lo molla e lui non si allena

di Massimiliano Mugnaini - - Sport

Stampa Stampa
Joaquin potrebbe anche tornare titolare a Catania

Joaquin, continua la battaglia con la Fiorentina

FIRENZE. Il caso Joaquin è tutt’altro che chiuso. Come previsto, lo sfogo di ieri del giocatore ha ulteriormente indispettito la società, che per il momento non ha nessuna intenzione di mollare. Oltre ad aver deciso di multare lo spagnolo per l’intervista non autorizzata.

CAMPINI. Oggi lo spagnolo si è regolarmente presentato al Centro Sportivo assieme ai compagni per l’allenamento che ha segnato la ripresa del lavoro, ma non è sceso in campo. Limitandosi a farsi controllare dai sanitari a che punto sia l’infortunio muscolare che domenica sera lo ha tenuto fuori dal match con il Milan, in realtà, per molti, solo una copertura per la punizione che gli ha inflitto la società.

TORINO. Di sicuro, comunque vada a finire la vicenda di mercato, Joaquin non scenderà in campo neppure a Torino per la seconda di campionato. Ma domenica prossima il «Toreador» si augura di essere già altrove. A Siviglia, ovviamente. «A questo punto aspettiamo solo un passo del Betis alla Fiorentina» ha dichiarato in giornata ai media iberici il suo agente, Eduardo Espejo.

OFFERTA. Tradotto, l’entourage del giocatore e Joaquin stesso attendono che il club andaluso chiami la Fiorentina e alzi considerevolmente la proposta inizale – meno di 300.000 euro – che Pradè e collaboratori non hanno neppure preso in considerazione. Vogliono 5 milioni di euro: a 3,5-4 si potrebbe chiudere. In caso contrario Joaquin resterà «prigioniero» della Fiorentina.

BAEZ. Chi invece non vede l’ora di sbarcare a Firenze (lo farà domani, 26 agosto) è Jaime Baez. «Ho sempre sognato di giocare in Europa, sono veramente molto felice», ha confessato ai giornali uruguiani il lesto attaccante esterno di belle speranze: ha appena 20 anni ma lo volevano diversi club importanti. Lui ha scelto di legarsi alla Fiorentina – che lo ha strappato alla Juventude de Las Piedras per poco più di 2 milioni di euro – per cinque anni. Una scelta sicuramente in controtendenza in questo periodo.

SOUSA. Vedremo se e come Suosa intenda dargli spazio: di sicuro Baez non è l’eventuale sostituto di Joaquin. Ma se lo spagnolo partirà non è detto che sarà sostituito. L’allenatore è ovviamente infastidito ma resta tranquillo, anche grazie alla straordinaria risposta della squadra contro il Milan: oggi ha chiesto al gruppo di bissare una prestazione del genere anche a Torino.

CUADRADO. A proposito, sempre sotto la Mole, in giornata è arrivato Cuadrado. Appena 7 mesi fa era ancora l’idolo della Fiesole: visto l’intermezzo Chelsea, non è stato un vero e proprio passaggio dalla Fiorentina alla Juventus, ma le prime immagini del colombiano in bianconero sono andate di trasverso a molti, in città. C’è da scommettere che quando tornerà al Franchi non sarà accolto da petali di rose.

Massimiliano Mugnaini

Massimiliano Mugnaini

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.