I messaggi postati su twitter

Terrorismo, Isis, nuove minacce all’Italia: «La Libia è la porta per arrivare a Roma»

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Politica

Stampa Stampa

20150824_isis00

ROMA – Continua l’attività di propaganda del terrorismo islamico contro l’occidente e in particolare contro la nostra Capitale, già oggetto di minacce ripetute. Il titolo della nuova campagna del terrore dei jihadisti dell’Isis in Libia è: «La Libia è la porta per arrivare fino a Roma». Su Twitter sono state pubblicate una serie di immagini che mostrano la città eterna in fiamme sovrastata da una mappa della Libia dove campeggia la bandiera nera del Califfato ed un combattente armato a lato.

Nel messaggio postato sul proprio account Twitter un combattente Isis, Abu Gandal el Barkawi, si appella ai jihadisti ad «andare a Roma, o Romia, passando per la Libia, la porta per Roma». Nel messaggio sono postate anche immagini che ritraggono la città eterna in fiamme, vista dal cupolone di San Pietro. Nel testo Barkawi aggiunge: «le armi degli ottomani sono state lanciate e hanno accerchiato Roma dopo avere conquistato la Libia a sud dell’Italia. Chi vuole prendere Roma e l’Andalusia deve cominciare dalla Libia».

Un altro dei leader dello Stato Islamico, il saudita Ali el Gezrawi ha invitato «i fratelli all’unità» in Arabia Saudita, Tunisia, Egitto e Sudan a recarsi in Libia per combattere l’esercito libico. In un video pubblicato su un sito di Tripoli, Gezrawi, col volto coperto, ha inviato un appello: «La Libia è la terra della jihad e dell’immigrazione, non appartiene solo ai libici, ma a tutti i musulmani che credono in dio, ed è uno Stato del Califfato». Il jihadista ha poi minacciato di morte il generale Khalifa Haftar, comandante dell’esercito libico».

Nelle stesse ore i sostenitori dello Stato Islamico a Sirte hanno hanno lanciato su Twitter l’hashtag “afflusso verso la Libia” e hanno pubblicato alcuni video che mostrano la città libica nelle mani dell’Isis.

Tag:, ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.