Nell'interrogatorio durato otto ore

Arezzo, scomparsa di Guerrina Piscaglia: padre Gratien rivela di averla vista con «zio Francesco», un misterioso africano

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Guerrina Piscaglia, la donna scomparsa a Badia Tedalda (Arezzo)

Guerrina Piscaglia, la donna scomparsa a Badia Tedalda (Arezzo)

AREZZO – Padre Gratien, nell’interrogatorio durato circa otto ore, ha parlato di un misterioso africano notato in compagnia di Guerrina Piscaglia il giorno in cui la donna scomparve. “Zio Francesco è un nordafricano di 50 anni con accento francese”, ha affermato padre Gratien Alabi durante l’interrogatorio reso in carcere al pm Marco Dioni in relazione alla vicenda di Guerrina Piscaglia, la 50enne sparita da Ca’ Raffaello (Arezzo) e, in particolare, alla circostanza, sempre da lui stesso riferita in passato, di aver visto la donna in compagnia di questo uomo durante un funerale a Sestino  l’1 maggio 2014, giorno della scomparsa.

In realtà, gli inquirenti dubitano molto dell’esistenza di questo misterioso ‘zio Francesco’ di cui parlò subito padre Gratien, anche perché è l’unico personaggio di tutta la vicenda finora non rintracciato e di cui non si trova per ora alcun riscontro concreto alla sua esistenza. Oggi comunque il frate, tra le cose emerse dall’interrogatorio – durato ben otto ore – ne avrebbe parlato mentre ricostruiva col pm l’ultimo giorno in cui fu vista Guerrina.

“Padre Gratien ha risposto in maniera tranquilla e totalmente serena, spiegando punto per punto ogni dettaglio. Adesso dobbiamo tuttavia verificare – ha detto Francesco Zacheo – come si evolverà la situazione. Nei prossimi giorni preparò l’istanza per i domiciliari, poi attenderemo la valutazione della procura e gli atti che farà”.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.