Ma l'ufficio del premier di Tel Aviv non commenta

Cena Renzi-Netanyahu: gli ebrei ortodossi attaccano il primo ministro israeliano per essere stato all’Enoteca Pinchiorri

di Redazione - - Cronaca, Politica

Stampa Stampa
Netanyahu

Netanyahu

TEL AVIV – Il sito ortodosso ‘Kikar ha Shabbat’ ha attaccato il premier Benyamin Netanyahu per aver cenato con la moglie Sarah nel suo recente viaggio a Firenze all’Enoteca Pinchiorri, ristorante non kosher. In quel ristorante, dove Netanyahu ha cenato insieme al premier Matteo Renzi sono proposte – ha sottolineato il sito – anche lumache, aragoste e carne di coniglio, cibi proibiti dall’ortodossia alimentare ebraica. Pur dicendo di non sapere esattamente cosa abbia consumato il premier, ‘Kikar ha Shabbat’ ha detto tuttavia che Netanyahu – in visita ufficiale – avrebbe dovuto astenersi dal cibarsi proprio in quel ristorante. Anche se c’è chi fa osservare che quasi ovunque, nei ristoranti, a Firenze e in tutt’Italia,  si trovano nel menù aragoste, lumache e, soprattutto, conigli.

Fonti politiche vicine ai partiti ortodossi (parte della coalizione di governo) hanno espresso delusione: “Ci aspettavamo dal primo ministro di Israele, che nella visita ha rappresentato lo Stato ebraico, un comportamento formale. Da Netanyahu ci aspettavamo il rispetto della tradizione religiosa del popolo ebraico”.

L’ufficio del premier non ha voluto commentare.  Anni fa un un episodio simile si verificò a seguito di un incontro in Usa fra Netanyahu e Sheldon Adelson, un magnate vicino al premier e proprietario di media in Israele. L’appuntamento si svolse in un ristorante noto tra l’altro per le sue specialità di maiale.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.