La denuncia di un dipendente comunale

Firenze: P.M. chiede archiviazione per la casa affittata da Marco Carrai e abitata da Matteo Renzi

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

Matteo Renzi sindaco 615x350

FIRENZE – Il pm Luca Turco ha chiesto l’archiviazione dell’inchiesta sulla vicenda della casa in cui ha abitato l’attuale premier Matteo Renzi a Firenze, quando era sindaco del capoluogo toscano, presa in affitto dall’imprenditore Marco Carrai. Lo ha reso noto l’avvocato Carlo Taormina che assiste Alessandro Maiorano, che aveva presentato un esposto in proposito.

Analoga richiesta di archiviazione al gip, la procura di Firenze l’ha fatta per un altro fascicolo, più corposo, che raduna varie denunce penali contro Renzi presentate negli anni dal dipendente comunale Alessandro Maiorano, su fatti diversi, per le accuse di associazione a delinquere, peculato, ricettazione e riciclaggio. “La cosa interessante – ha commentato Taormina – è che la motivazione del pm per chiedere l’archiviazione è che, siccome questi fascicoli sono stati iscritti a modello 45 (privi di ipotesi di reato, ndr), cosa che non ho fatto io ma che ha fatto la procura di Firenze, non sarebbe stato possibile svolgere atti di indagine. E quindi non avendo svolto atti di indagine, i pm non sono in grado di avere prove della responsabilità”. “Chiederemo dunque al gip – ha ancora detto Taormina – di fissare un’udienza in camera di consiglio per contrastare le richieste di archiviazione”. Che ha però aggiunto: “conoscendo la serietà dell’attuale procuratore di Firenze, credo che chiedere di archiviare inchieste con la semplice dichiarazione di non poter svolgere indagini approfondite sulla base del modello 45, quando lo stesso pm può modificare il fascicolo in modello 21, può far pensare ad un’iniziativa interlocutoria della stessa procura. La motivazione infatti è incredibile e non credo che non abbia fatto un solo atto d’indagine. Non escludo, pertanto, che con altri fascicoli potrebbero esserci attività di indagine in altri fascicoli potrebbero esserci attività di indagine in corso, anche con indagati, che oggi non conosciamo”.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.