Secondo i dati del servizio statistica di Palazzo Vecchio

Firenze, sorpresa: una famiglia su due è composta da una sola persona

di Domenico Coviello - - Cronaca, Economia, Politica, Primo piano, Top News

Stampa Stampa
La famiglia sempre più diffusa Ormai è quella unipersonale, addio alle coppie con figli

La famiglia più diffusa? Ormai è quella unipersonale: sempre meno le coppie con figli

FIRENZE – Silenziosamente, rilevata dal linguaggio tecnico delle statistiche, è cambiata per sempre la famiglia fiorentina tipo: non più coppie con figli ma persone singole che, per varie ragioni, vivono sole, senza partner e senza figli. Arriva quasi al 50% la quota di famiglie unipersonali: in tutti i quartieri è la condizione di famiglia più diffusa rispetto alle altre. La tipologia dei nuclei familiari a Firenze è stata minuziosamente analizzata dai funzionari di Palazzo Vecchio nel numero di agosto del bollettino mensile di statistica del Comune.

Questo il colpo d’occhio, in sintesi

I residenti a Firenze al 31 giugno 2015 erano 377.638 di cui 59.107 stranieri (pari 15,7% del totale).

• Dall’inizio dell’anno sono aumentati di 338 unità.

La tipologia familiare più presente a Firenze è quella unipersonale: è composto da una persona il 47,3% delle famiglie.

• Nel Quartiere 1 (Centro Storico) le famiglie unipersonali sono il 58,4%

• Le famiglie con intestatario straniero sono 28.156 di cui il 59,2% composto da una sola persona

• Il Quartiere 4 (Isolotto-Legnaia) è quello con la più alta percentuale di coppie con figli, con il 22,0%.

Nello studio si evidenzia la più elevata presenza di famiglie unipersonali in centro storico: 58,4% delle famiglie presenti. Ma le famiglie unipersonali sono comunque la tipologia più diffusa in tutti i quartieri con percentuali sempre oltre il 40% sul totale dei nuclei familiari.

All’Isolotto, San Bartolo e Legnaia, invece, la percentuale relativamente più bassa di famiglie unipersonali: le coppie con figli arrivano a quota 22,0% del totale dei nuclei familiari, confermando una maggiore vocazione «familiare» di queste aree della città rispetto alle altre. Il Quartiere 4 e il Quartiere 3 (Gavinana-Galluzzo) sono quelli con la maggiore presenza di famiglie monogenitoriali (16,1% del totale).

Analoghe considerazioni, precisa una nota di Palazzo Vecchio, possono essere fatte per quanto riguarda la distribuzione delle «famiglie straniere», cioè le famiglie il cui intestatario di scheda di famiglia è straniero. Anche in questo caso le famiglie unipersonali sono maggiormente presenti nel Quartiere 1; al contrario il Quartiere 4 continua a evidenziare la sua vocazione «familiare» con la maggior presenza di coppie con figli.

Tag:,

Domenico Coviello

Domenico Coviello

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.