Scoperto dalla Polizia Postale

Pedopornografia: adescava sul web bambine fingendosi una loro coetanea. Denunciato un 27enne di Grosseto

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Pedopornografia via web

I rischi dei minori davanti al web

GROSSETO – Denunciato dalla Polizia postale un giovane di Grosseto per adescamento online e produzione e detenzione di materiale pedopornografico. È un artigiano di 27 anni, che sui social network si era dato il soprannome «Caterina» riuscendo così a contattare bambine tra i 10 e 11 anni. Da quest’ultime si faceva spedire tramite Instagram le loro foto nude.

Le indagini della Polizia sono iniziate grazie ai genitori della bimba più piccola, delle quattro adescate, che ha 10 anni e che si è ritrovata con un account su Skype creato proprio dal ragazzo. Le quattro bambine, che vivono tutte nel nord Italia, erano convinte di parlare con una ragazzina di 14 anni, Caterina, che lavorava nel mondo della moda.

Il ragazzo prometteva loro di sfilare in passerella e le spingeva a mandare fotografie. Tutto, ovviamente, all’insaputa dei genitori. La polizia Postale ha sequestrato all’uomo tre smartphone, quattro computer, hard disc esterni e alcune chiavette usb.

 

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.