L'iniziativa di Eugenio Giani, presidente del Consiglio regionale

Immigrazione: il 3 settembre di ogni anno, in Toscana, sarà la giornata dell’infanzia. In memoria del bambino siriano Aylan

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Politica, Primo piano

Stampa Stampa
Aylan, il bambino trovato morto sulla spiaggi di Bodrum: la sua foto è diventata il simbolo del dramma dei profughi siriani

Aylan, il bambino trovato morto sulla spiaggi di Bodrum: la sua foto è diventata il simbolo del dramma dei profughi siriani

FIRENZE – Una giornata per l’infanzia da celebrare il 3 settembre, in Toscana, e un’opera d’arte ispirata al dramma di Aylan, il bambino siriano annegato, a tre anni, durante il tentativo di raggiungere la Grecia e la cui foto è diventata simbolo del dramma dei profughi.

A fare la proposta è il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio Giani: “Il 3 settembre è davvero un giorno triste per l’infanzia – ha spiegato Giani -. Il 3 settembre 2004 si consumò a Beslan, in Ossezia, la terribile tragedia della morte di quasi duecento bambini; il 3 settembre 2015 si è consumata la tragedia di Aylan”.

Per questo il presidente del Consiglio regionale ritiene che ogni anno in questa data “sia opportuno celebrare la giornata dell’infanzia da parte di chi, come i cittadini della Toscana, hanno sempre manifestato una grande e particolare sensibilità per questi temi”.  Giani lancia anche la proposta di un’opera d’arte che ricordi le piccole vittime dell’esodo. “Penso che tra le tante opere artistiche che sono collocate nella collezione permanente in Palazzo Panciatichi, sede del Consiglio regionale della Toscana  – ha spiegato ancora Giani – si debba ritagliare uno spazio anche per un’opera ispirata al dramma di Aylan e di tutti i bambini vittime dell’esodo, che sta caratterizzando questo periodo storico europeo. Per la realizzazione dell’opera, per la quale svilupperemo un concorso pubblico, chiameremo a partecipare anche il padre del piccolo Aylan, del quale abbiamo sentito la drammatica testimonianza sui giornali”.

Tag:,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.