Fra i trequartisti, tre per due posti: Ilicic, Bernardeschi e Mati

Fiorentina: Babacar vuole togliere la maglia di titolare a Kalinic contro il Genoa

di Massimiliano Mugnaini - - Sport

Stampa Stampa
Borja Valero in azione

Borja Valero, uno dei pochi sicuri del posto contro il Genoa

FIRENZE. Ci siamo quasi. La sosta ci sta finendo alle spalle e c’è di nuovo il campionato. Sabato 12 settembre, alle 18, sarà Fiorentina-Genoa al Franchi: terza giornata e anche l’inizio del primo vero tour de force della stagione viola.

FORMAZIONE. Non è quindi prematuro iniziare a parlare di formazione, anche perché all’allenamento mattutino di questa mattina mancavano ancora alcuni giocatori (Ilicic e gli argentini Roncaglia e Gonzalo), ma da domani Paulo Sousa potrà finalmente abbracciare di nuovo tutti i suoi giocatori.

DIFESA. Per la difesa dovrebbe godere di un turno di riposo proprio il buon Facundo Roncaglia, che tra l’altro è rimasto in campo  i 90 minuti dell’amichevole dell’Argentina contro il Messico. Davanti a Tatarasanu probabile quindi la linea Tomovic-Gonzalo-Astori, che sarebbe al debutto dal primo minuto.

CENTROCAMPO. Kuba, polacco dal cognome impossibile, scalpita per esordire (e probabilmente lo dirà  nella sua presentazione ufficiale in programma domani 10 settembre alle 13) ma è destinato ad iniziare dalla panchina. A destra con ogni probabilità agirà ancora Gilberto, con Alonso favorito su Pasqual per la fascia sinistra. Praticamente intoccabile, la coppia centrale, tutta ispanica, Borja Valero-Mario Suarez.

ATTACCO. I dubbi per il tecnico viola sono comunque in attacco. Sia per le maglie dei trequartisti (Ilicic, Bernardeschi e Mati Fernandez sono in 3 per due posti, senza considerare che il nuovo acquisto polacco ex Dortmund può giocare anche in questa posizione) che per quella di centravanti.

BABACAR. Stavolta però Babacar pare davanti a tutti. Kalinic è stato a lungo via con la Croazia (è di oggi l’esonero del tecnico Kovac) e potrebbe giocare, mentre le tabelle di Rossi non gli consentono ancora di stare in campo 90 minuti. Il senegalese, invece, durante la sosta ha lavorato duro e forse convinto il tecnico portoghese a dargli una chance.

VECINO. Vecino potrebbe invece andare incontro alla terza esclusione consecutiva, ma il centrocampista che in estate poteva andare al Napoli di Sarri non pare affatto pentito di essere rimasto a Firenze. «Volevo giocare in maglia viola fin da quando sono arrivato dall’Uruguay, mi fa molto piacere che la Fiorentina abbia rifiutato le offerte che mi riguardavano. Sousa ha la mentalità vincente e comunque ha già dimostrato che credere in me. In generale possiamo lottare per il terzo o quarto posto», ha dichiarato in giornata il centrocampista.

BASILEA. Infine, da domai saranno in vendita i biglietti per l’esordio di quest’anno in Europa League dei viola nella gara in programma giovedì prossimo (17 settembre) al Franchi contro il Basilea, sicuramente l’avversario più difficile per i viola nel primo gironcino.

Tag:,

Massimiliano Mugnaini

Massimiliano Mugnaini

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.