In zona nessuna denuncia di scomparsa

Siena, cadavere trovato in un fosso da due cacciatori a Radicofani. S’indaga per scoprire chi è

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Cacciatore grave, portato in elicottero a Pisa

Alcuni cacciatori hanno ritrovato il cadavere di un uomo in avanzato stato di decomposizione

RADICOFANI – Non ci sarebbero segni esterni di aggressione. Non si tratterebbe, dunque, di una morte violenta. A dirlo fonti vicine alle indagini relative al ritrovamento di un cadavere in avanzato stato di decomposizione a Radicofani (Siena).

Il corpo, come riporta questa mattina il quotidiano La Nazione, è stato trovato ieri 8 settembre da due cacciatori che stavano allenando i cani in un fosso tra poderi a un chilometro dalla strada che collega Radicofani con Contignano.

Nella giornata di domani 10 settembre sarà eseguita l’autopsia all’obitorio di Abbadia San Salvatore per comprendere le cause della morte. Sul posto del ritrovamento questa mattina sono tornati i carabinieri di Radicofani insieme al capitano della compagnia di Montalcino Mario Giacona e al sostituto procuratore Andrea Boni per effettuare altri rilievi, ma non sono stati trovati oggetti che potrebbero appartenere alla vittima.

Stando alle prime verifiche si tratterebbe di un uomo di età compresa tra i 30 e i 40 anni, alto 1,70 centimetri, con i capelli castani e di carnagione chiara, ma non risulterebbero denunce di scomparsa nella zona. Al momento del ritrovamento l’uomo indossava solo la biancheria intima.

Tag:

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.