La road map del prefetto Giuffrida

Firenze, prefettura: reati in calo. Furti (- 20,8%), borseggi (- 31,1%), rapine (- 24,8%). Però ci saranno più controlli e nuove telecamere

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa
Palazzo Medici Riccardi ospita la Rassegna Artour-O

Palazzo Medici Riccardi

FIRENZE – Una mappa delle zone cittadine con le diverse problematiche di sicurezza che caratterizzano ciascuna per mettere in campo interventi mirati secondo le esigenze particolari di ogni singola area. E’ stata delineata dal comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è riunito stasera a Palazzo Medici Riccardi. Alla riunione, presieduta dal prefetto Alessio Giuffrida, hanno partecipato il sindaco Dario Nardella, l’assessore Sara Funaro, i responsabili provinciali delle forze dell’ordine e il comandante della polizia municipale fiorentina.

Il tavolo di oggi è il primo passaggio della road map che il prefetto Giuffrida intende seguire sul fronte della sicurezza. Il prossimo step, fissato per il 17 settembre, sarà l’incontro con i rappresentanti del commercio, dei locali e mini market per “ascoltare anche la loro voce – ha sottolineato il prefetto – e sentire le loro proposte. Preferisco un approccio integrato su questi argomenti per modulare una strategia condivisa nel contrasto delle diverse problematiche”.

La mappatura individua tre principali zone di intervento: il centro storico caratterizzato da abusivismo e contraffazione, piazza Santo Spirito e San Frediano dove è più rilevante lo spaccio di droga e via Palazzuolo dove si registra una situazione mista con problematiche ambientali e sanitarie, alcolismo molesto, scippi. Al momento viene confermato il dispositivo che è in atto nelle varie piazze cittadine, con controlli incrociati dinamici e fissi, compresa la pattuglia presente stabilmente in via Palazzuolo. Tutto ciò senza escludere le rituali attività di monitoraggio sul resto del territorio. Altre misure verranno decise dopo la prossima riunione del 17 settembre.

Si è parlato anche dell’aumento della videosorveglianza proposta dal sindaco Nardella. Il comitato ha approvato l’ installazione di più telecamere, che richiederà un successivo approfondimento tecnico-operativo d’intesa con le forze dell’ordine.

Nel Comitato sono stati forniti alcuni dati : i reati sono in calo, soprattutto quelli predatori che tanto incidono sulla percezione della sicurezza da parte dei cittadini. Nel primo semestre di quest’anno, rispetto allo stesso periodo del 2014, a Firenze i furti in generale sono diminuiti del 2,8%: in particolare  i borseggi del 31,1% e  i furti in abitazione del 20,8% . Per quanto riguarda le rapine il calo è ancor più vistoso -24,8%: le rapine negli esercizi commerciali sono scese del 9,4%, mentre quelle in pubblica via del 39,3%.

Tag:, ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.