È almeno il quinto assalto in pochi mesi

Ladri di carburante sull’oleodotto Livorno-Calenzano: nuovo colpo a Empoli

di Andrea Ferrari - - Cronaca

Stampa Stampa
In corso l'intervento di riparazione dell'oleodotto nella zona di Empoli

In corso l’intervento di riparazione dell’oleodotto nella zona di Empoli

EMPOLI – Nuovo tentativo di furto di carburante lungo l’oleodotto Livorno-Calenzano, che sembra diventare sempre più un «self service gratuito» di prodotti petroliferi. Dalle 11 di oggi 10 settembre Vigili del Fuoco e tecnici dell’Eni sono impegnati nella zona di Ponte a Elsa, dove si è verificata una perdita di gasolio tra via delle Case grandi e via Bastia case Gerini. A dare l’allarme è stata un’abitante della zona che ha sentito un forte odore di combustibile ed ha avvisato i pompieri.

Di fatto è stato accertato che ignoti avevano provocato due grossi fori nell’oleodotto che però avevano quasi subito «tappato», o perché disturbati dalla presenza di qualcuno o per poter tornare con più tranquillità a «fare il pieno» con adeguate autocisterne. Nella manovra una certa quantità di gasolio era però fuoriuscita provocando un acuto odore nella zona.

Sta ancora andando avanti la riparazione della manomissione, che richiede una preventiva  svuotatura di un tratto dello stesso oleodotto. Sul posto, alla presenza dei Vigili del Fuoco di Empoli, ci sono ancora tecnici delle ditte che stanno operando per la bonifica e la successiva riparazione. Le indagini su quanto avvenuto sono svolte dai Carabinieri della Compagnia di Empoli.

Si tratta almeno del 4° caso di foratura dolosa in pochi mesi sull’oleodotto Livorno-Calenzano, che viaggia a circa 2 metri di profondità sottoterra. L’ultimo era avvenuto il 19 giugno sulla via Chiantigiana poco dopo l’uscita di Ginestra della Fi-Pi-Li per la fuoriuscita di idrocarburi, da un deposito di pompaggio che si trova nella zona. Precedenti casi nei pressi di Santa Croce sull’Arno il 21 maggio e nel comune di Campi Bisenzio nella notte dell’11 maggio. In precedenza un analogo caso si era verificato nei pressi di Pontedera il 5 dicembre 2014.

 

 

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.