Il ricordo delle tremila vittime dell'attentato

Stati Uniti: il ricordo della strage dell’11 settembre 2001. Le cerimonie a Ground Zero, dove c’erano le Torri Gemelle

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Ground Zero

Ground Zero

NEW YORK – In America è quasi l’alba del quattordicesimo anniversario della strage dell’11 settembre 2001 voluta da Al Kaeda. Anche quest’anno migliaia di persone sono attese sui luoghi della tragedia: New York, Washington e Shanksville. Scenderanno in strada per ricordare le quasi 3mila persone morte: quattro aerei di linea dirottati si schiantarono rispettivamente sulle Torri Gemelle (alle 8.46 e alle 9.03 locali), sul Pentagono (alle 9.37) e su un campo in Pennsylvania (alle 10.03).

A New York la cerimonia principale si svolgerà al Memoriale dell’11 settembre, con il silenzio nei momenti degli schianti e del crollo delle torri e con la lettura dei nomi delle vittime. Inoltre, come ogni anno, nelle ore serali 88 proiettori genereranno delle colonne di luce che uniranno terra e cielo. In condizioni meteo ideali, il cosiddetto “Tribute in Light” è visibile a quasi 100 chilometri di distanza. Obama atteso a Fort Meade Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, insieme alla first lady e al suo staff parteciperà ad un momento di silenzio nel giardino della Casa Bianca e incontrerà i militari della base di Fort Meade.

Oggi anche a Firenze si commemora l’anniversario. L’iniziativa è stata organizzata dal Comune di Firenze insieme a New York University Florence.
La ‘Veglia per la Pace’ (questo il titolo dell’evento che si terrà, a partire dalle 18, sull’Arengario di Palazzo Vecchio), è aperta al pubblico e tutti sono invitati a inviare testi di prosa, poesia o canzoni. La cerimonia si concluderà con l’accensione di candele e con un momento di raccoglimento e di silenzio per le vittime di e da quel giorno e per ribadire pubblicamente l’impegno comune per la pace e la dignità della vita umana.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.