Sempre in aumento il carico fiscale, nonostante le promesse di Renzi

Tasse: vola la tasi (+ 204,6%) e crescono le imposte locali (+5,5%) rispetto al 2014. Ma non migliorano i servizi offerti

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Politica, Primo piano, Top News

Stampa Stampa
Ministero economia e  finanze

Ministero economia e finanze

ROMA – Le entrate tributarie e contributive gennaio-luglio sono aumentate dell’1,4% (+5.267 milioni) rispetto a un anno prima. Lo calcola la Ragioneria Generale dello Stato. L’aumento è il risultato del +1,1% delle entrate tributarie e del +1,9% di quelle contributive.  Le entrate tributarie degli enti territoriali, nel periodo gennaio-luglio, segnano una rilevante crescita rispetto a quelle registrate nel corrispondente periodo dell’anno precedente: si registrano complessivamente entrate per 31,671 miliardi di euro (+1,661 miliardi di euro, +5,5 per cento). Vola il gettito dell’acconto Tasi 2015 (scadenza 16 giugno), pari a 2,443 miliardi di euro (+204,6%). Lo rende noto il ministero dell’Economia.  Il confronto con lo stesso periodo del 2014, spiega il Mef, e’ influenzato oltre che dal gettito dell’acconto Tasi anche dal gettito della “mini Imu” versata a gennaio 2014 ma di competenza dell’anno 2013. Per la Tasi la variazione positiva di +1,641 miliardi di euro e’ dovuta alla circostanza che quest’anno il versamento riguarda tutti i Comuni mentre nel 2014 riguardava solo i Comuni che avevano deliberato in materia entro il mese di maggio 2014.

Resta il fatto che fiumi di denaro finiscono nelle casse degli enti locali -vere idrovore che inghiottiscono fiumi di denaro –  che nonostante tutto continuano a chiedere allo Stato ulteriori finanziamenti, mentre in cittadini non vedono il corrispettivo in servizi dei quattrini versati. Servono in realtà a mantenere l’apparato e la casta politica.

 

 

 

 

 

Tag:, ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.