In azione al Piazzale Michelangelo e nel viale Matteotti

Firenze: magrebino di 42 anni mette a segno due scippi in poche ore. Un cittadino lo affronta e lo fa arrestare

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

Droga e arresti, blitz della polizia lungo l'autostrada Genova-LivornoFIRENZE – Scippi a ripetizione. Due a poche ore di distanza. Alla fine un magrebino di 42 anni è stato portato via in manette. Ecco  i fatti:  la polizia ha arrestato nel viale Matteotti, oggi 16 settembre, un cittadino tunisino di 42 anni preso subito dopo aver messo a segno uno scippo ad una 35enne in biciletta sulla pista ciclabile. Il ladro le ha preso la borsa dal cestino ma quando si è dato alla fuga, a bordo di uno scooter rubato, si è trovato di fronte un uomo che, intervenuto a seguito delle grida della parte lesa, ha cercato in tutti i modi di bloccarlo. Lo straniero è così finito a terra ed è stato definitivamente fermato dagli agenti della volante. Il gesto coraggioso è costato al solerte cittadino una lieve ferita alla mano; contuso anche il fermato sempre ad una mano.

Il magrebino, finito in manette, al momento, oltre che per la ricettazione del ciclomotore, è indagato anche per un altro scippo avvenuto intorno alla mezzanotte di ieri al piazzale Michelangelo, vittima questa volta una ragazza di 24 anni. Nella circostanza lo scippatore avrebbe agito con un complice rimasto ignoto. Nello scooter sequestrato dai poliziotti sono stati ritrovati due caschi (uno nero ed uno con la bandiera giamicana) indicati dai testimoni e ripresi nelle immagini delle telecamere di sorveglianza del Piazzale, già al vaglio degli inquirenti. La polizia indaga per identificare il complice.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.