Si torna alle urne dopo il referendum sull'Europa

Grecia: domenica 20 settembre nuove elezioni, dopo le dimissioni di Tsipras

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa
Alexis Tsipras

Alexis Tsipras

ATENE- Ci eravamo quasi dimenticati della crisi politica ed economica della Grecia, che aveva condotto il paese ellenico a temere l’uscita dall’euro e che ha portato alle dimissioni il Governo Tsipras. Le nuove elezioni si terranno domenica 20 settembre, quando quasi dieci milioni di greci saranno nuovamente chiamati al voto. La Grecia rinnoverà i 300 seggi del Parlamento, per i quali lotteranno diciannove partiti;  dovranno passare la soglia di sbarramento del 3 per cento per assicurarsi un posto nell’assemblea. Ad Atene, dove vive metà della popolazione greca, si eleggono 58 dei 300 parlamentari.

I due partiti in testa ai sondaggi sono Syriza, il partito del premier uscente, e i conservatori di Nea Dimokratia, il partito di Evangelos Meimarakis. Chi vince le elezioni è grandemente favorito, secondo il sistema ellenico. Sui 300 seggi da assegnare, un premio di maggioranza di ben 50 va al partito che supera tutti gi altri. Dopo una lunga rincorsa, negli ultimissimi sondaggi Nea Dimokratia ha sorpassato Tsipras. Stamane un’indagine di Pulse per Action24 dà i conservatori al 27,5% e Syriza mezzo punto sotto. Secondo un altro sondaggio reso noto stamane, condotto da Data RC per il Giornale del Peloponneso, Nea Dimokratia potrebbe conquistare il 27,1% dei voti e la sinistra radicale il 26,3%. Sono perciò a un’incollatura e questa situazione rende evidente il crollo del partito di Tsipras; in nove mesi le promesse non mantenute, la resa all’Europa e al regime di austerità voluto dalla Merkel hanno fortemente deluso gli elettori di Syriza.

Secondo i sondaggi sembra che nessun partito potrà raggiungere la percentuale di voti per ottenere la maggioranza assoluta dei seggi . Chiunque vinca le elezioni di domenica dovrà cercare alleati per una coalizione di governo.

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.