Lo spagnolo è l'unico giocatore sempre utilizzato da Paulo Sousa

Fiorentina: arriva il Bologna degli ex. Ma con questo Borja Valero tutto è possibile

di Massimiliano Mugnaini - - Sport, Top News

Stampa Stampa
Borja Valero in azione

Borja Valero è tornato ai suoi livelli top

FIRENZE. Non c’è tempo per rifiatare. In città si parla ancora del successo dei viola contro il Carpi prezioso, sofferto ma tutt’altro che spettacolare (tant’è che gli esteti hanno storto la bocca), però per la squadra di Paulo Sousa è già ora di voltare pagina.

BOLOGNA. E’ infatti la settimana del primo turno in programma di mercoledì – in tutto il campionato saranno 5 -, con i viola che giocheranno una gara del tutto particolare: quella contro il Bologna. Sempre sentita in quanto un derby, ma stavolta con un elemento in più: il ritorno di Pantaleo Corvino a Firenze.

CORVINO. In giornata il ds attualmente alla scrivania del club di Saputo ha parlato in radio, ricordando con piacere i 7 anni in viola. «Da quando me ne sono andato per stare vicino a mia madre (poi morta, ndr) non sono più tornato in città. Ma al di là di come è finita, ci sono state anche tante cose belle: sarà un’emozione grande, gli anni a Firenze li ho vissuti con una società e una tifoseria straordinaria» ha detto il ds che però ora deve pensare alla salvezza dei rossoblù.

DELIO ROSSI. E a sostenere lo stesso tecnico che aveva lasciato alla guida dei viola, quel Delio Rossi la cui panchina fino a ieri era a rischio. Dopo il successo contro il Frosinone griffato dal francese Mounier, l’allenatore riminese respira ma la sua classifica resta molto difficile.

BABACAR. Sontuosa, invece, quella della Fiorentina. Grazie soprattutto ai due gol decisvi di Babacar che hanno fruttato ai viola 6 punti e, soprattutto, il terzo posto in graduatoria. Il senegalese era uscito malconcio dal campo di Modena, con una vistosa fasciatura al piede, ma a meno che Sousa non voglia optare per farlo rifiatare in vista dell’Inter, mercoledì sarà a disposizione.

RECUPERI. Si è infatti allenato regolarmente con i compagni, così come del resto Ilicic e Vecino che avevano saltato la trasferta in Emilia per alcuni problemi fisici e potrebbero entrambi tornare in campo dal primo minuto. In campo anche Kuba Blaszczykowski, ma il suo impiego è meno probabile visto che il problema alla spalla accusato contro il Basilea era abbastanza serio.

BORJA VALERO. Potrebbe esserci un turno di riposo anche per Borja Valero. Lo spagnolo fin qui è l’unico giocatore della rosa di Paulo Sousa ad essere sempre sceso in campo da titolare. Conta 5 gettoni tra campionato e coppa e 1 sola sostituzione contro il Genoa, nell’unica circostanza in cui fu utilizzato da trequartista.

TUTTOCAMPISTA. Ma il meglio di sè, il centrocampista iberico, è tornato a darlo nel ruolo di centrocampista puro. Sebbene il suo partner Mario Suarez ieri abbia dimostrato di essere ancora indietro, contro il Carpi si è rivisto il Borja Valero dei primi due anni di Montella, quando dominava il reparto. Lunga vita dunque allo spagnolo e se ci fosse da preservarlo per l’Inter… stavolta nessuna probabilmente attaccherebbe il turnover di Paulo Sousa che fin qui è stato forse fin troppo utilizzato.

Tag:, ,

Massimiliano Mugnaini

Massimiliano Mugnaini

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.