L'annuncio delministro Marianna Madia

Province: mobilità. Dal 15 ottobre più di 1.000 dipendenti saranno trasferiti agli uffici giudiziari

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica, Primo piano

Stampa Stampa
Marianna Madia

Marianna Madia

VASTO – “Per le Province stiamo facendo l’operazione di mobilità più grande della storia repubblicana, ricollocando ventimila dipendenti, garantendo loro lo stipendio nelle amministrazioni che hanno bisogno di loro e verrà valorizzata la loro professionalità”. Lo ha detto a Vasto il ministro della Semplificazione e della Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, incontrando il sindaco Luciano Lapenna, presidente dell’Anci Abruzzo, nel corso di un incontro a margine della Festa nazionale dell’Unità sulla Comunicazione. “Sulle Province – ha aggiunto – abbiamo dato sempre una comunicazione unica, uguale, che non è mai cambiata. I dipendenti delle Province non perderanno il loro posto di lavoro e non perdono un euro di stipendio. Noi però le Province le abbiamo superate e questo è il risultato della legge Del Rio”. Madia ha annunciato che il prossimo 15 ottobre “più di mille dipendenti si sposteranno dalle Province agli uffici giudiziari perché nelle cancellerie c’è bisogno di più personale”.

Tag:,

Commenti (3)

  • scopalox

    |

    Ma quale operazione più grande della storia repubblicana…le province erano l’ente più utile e lo avete tolto…in Italia tutto all’incontrario…tenetevi le elefantiache regioni. Poi come la mettiamo con la polizia provinciale? Il corpo più piccolo che accettava 1/3 di tutti i reati ambientali…per non parlare del gravissimo fenomeno del bracconaggio…il primo presidio contro queste vergogne…proprio quando l’Europa ci chiede un rafforzamento della vigilanza ambientale qui in Italia si smantellano quei pochissimi che si occupano di materie così delicate e importanti…li volevate mandare nella polizia municipale dove non c’è alcuna attinenza operativa e professionale…che belle riforme…e che modo di esaltare la professionalità dei lavoratori che rischiano la vita per poi ritrovarsi in un caos e nell’incertezza più profonda.

    Rispondi

  • Pierluigi

    |

    Speriamo che, con questi trasferimenti dei “reietti provinciali” presso gli uffici giudiziari, perlomeno le cause civili che durano quinquenni si abbrevino.
    Resta comunque l’alternativa come per alcuni lavoratori di una ditta di Montespertoli: trasferiamoli in Nuova Zelanda.

    Rispondi

    • ivana

      |

      Anche i transitati EE.LL. ATA ALLO STATO dovevano ricevere lo stipendio senza perdere un euro, ma non è stato così da 16 anni!!!

      Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.