Dopo mesi di indagini

Siena, esche avvelenate nei boschi di Montalcino: denunciato un guardiacaccia

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
I controlli della Polstrada sul trasporto di animali

Operazione contro i maltrattamenti e le uccisioni degli animali

SIENA – Un guardiacaccia è stato denunciato per uccisione e maltrattamento di animali. Secondo le accuse spargeva esche avvelenate nei boschi di Montalcino (Siena), in un’azienda faunistica venatoria. Il suo scopo era colpire gli animali predatori, ma i bocconi avevano finito con l’uccidere anche alcuni cani.

Le indagini sono state condotte dalla guardia forestale e dalla polizia provinciale di Siena. Gli accertamenti sono iniziati a marzo scorso, dopo la denuncia di un cittadino a cui era morto il cane, che aveva ingerito una polpetta durante una passeggiata.

Durante i sopralluoghi, la Forestale ha trovato diverse esche riempite con un pesticida e una gazza morta a causa del veleno. L’unità cinofila antiveleno ha poi trovato altre esche, che erano state sparse lungo il recinto di ambientamento e vicino alla voliera dove vengono tenuti. Durante la perquisizione in un fondo agricolo del guardiacaccia sono state trovate altre esche già confezionate e il veleno.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.