Ha vagato oltre due ore sul confine tra Toscana ed Emilia

Firenzuola: anziano si perde nei boschi dell’appennino. Lo trovano i carabinieri a colpi di sirena

di Andrea Ferrari - - Cronaca

Stampa Stampa

Auto carabinieri

FIRENZUOLA (Fi) – Si era perso nei boschi dell’appennino le province di Firenze e Bologna e non riusciva a trovare il sentiero per tornare indietro. Brutta avventura oggi 27 settembre per un bolognese di 76 anni, che aveva deciso di fare una passeggiata lungo un percorso trekking sul Monte Freddi, al confine tra i comuni di San Benedetto Val di Sambro (Bo), Monghidoro (Bo) e quello di Firenzuola (Fi). Lo hanno trovato i carabinieri, dopo che aveva vagato per oltre due ore nella boscaglia, con il rischio di precipitare in qualche fosso e non essere più rintracciato.

Tutto era cominciato verso mezzogiorno e mezzo quando l’uomo ha telefonato al 112 dei carabinieri per chiedere aiuto. «Non riesco a capire dove sono, vedo solo alcune pale eoliche» avrebbe detto l’uomo ai militari. L’allarme è stato girato alla Compagnia di Borgo San Lorenzo, che ha attivato gli uomini della stazione di Firenzuola.

Dopo essersi accertati che l’uomo era in buone condizioni di salute e che, cosa altrettanto fondamentale, le batterie del suo telefono erano cariche, i carabinieri si sono messi subito alla sua ricerca. La sua auto era stata parcheggiata alle pendici del Monte Freddi, ma di lui nessuna traccia.

È stata quindi attivata la procedura per la ricerca di persone disperse e verso quella zona si sono mossi anche i Vigili del Fuoco da Borgo San Lorenzo e Firenze, con personale specializzato nella Tas, la topografia applicata al soccorso, che permette di ricostruire vari percorsi e zone dove potrebbe trovarsi la persona ricercata. Anche loro si sono messi in contatto telefonico con l’uomo per ottenere più informazioni possibili e dare suggerimenti su dove spostarsi.

Intanto i carabinieri di Firenzuola, in coordinamento con i pompieri e i volontari di Monghidoro, si erano messi sulle sue tracce, con un fuoristrada e anche a piedi. Il contatto telefonico reggeva. Quando i militari hanno ritenuto di essere abbastanza vicini a lui, in base alla descrizione di quanto l’uomo stava vedendo, hanno azionato la sirena del fuoristrada chiedendogli se lo sentiva. È stata la scelta giusta, perché ad un certo momento l’anziano è riuscito a raggiungere i soccorritori. Si trovava nel territorio di San Benedetto Val di Sambro, dopo aver già superato il confine tra Toscana ed Emilia Romagna. Alle 14 circa l’allarme fortunatamente è rientrato.

 

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.