Bernardeschi e Astori: «Presto per parlare di scudetto»

Fiorentina: i tifosi sognano. E vedranno in chiaro (Mtv8) la partita di Euroleague con il Belenenses (giovedì 1 ottobre alle 19)

di Massimiliano Mugnaini - - Primo piano, Sport

Stampa Stampa

 

Anche se non ha giocato, per Bernardeschi è stato un bel risveglio

Anche se non ha giocato, per Bernardeschi è stato un bel risveglio

FIRENZE.  Che serata, che nottata e che giornata. E’ tutto molto intenso in casa Fiorentina. Dopo il super-successo di San Siro che ha proiettato la squadra viola in testa al campionato assieme all’Inter, alcuni giocatori sono rientrati a Firenze nella notte in treno. Trovando a Campo di Marte oltre 250 tifosi ebbri di gioia che li hanno acclamati a lungo.

EXPO’. Un altro folto gruppetto (Davide Astori, Ciprian Tatarusanu, Marcos Alonso, Khouma Babacar e Federico Bernardeschi, oltre a rappresentanti del settore giovanile e della squadra femminile viola) è invece rimasto a Milano per fare visita al padiglione di Save The Children a Expo’.

ASTORI. A margine dell’iniziativa benefica, tra uno scherzo con il commissario unico dell’esposizione Giuseppe Sala – interista -, un selfie e un autografo, ha preso la parola il difensore Astori, uno dei protagonisti dell’impresa di ieri, in pratica senza sbavature difensive fatta eccezione per l’errore di Tatarusanu sul gol di Icarid.

SCUDETTO. «Scudetto? Sono passate solo sei giornate e ci sono squadre molto più attrezzate e alla lunga verranno fuori. Quindi dobbiamo fare più punti possibili», ha analizzato il difensore, invitando tutti a guardare avanti. «E’ stata una notte positiva ma sappiamo che possiamo godercela per poco perché c’è il Belenenses in Europa League» ha conlcuso.

BERNARDESCHI. Più o meno sulla stessa falsariga le dichiarazioni di Bernardeschi, che invece ieri sera è rimasto in panchina. «E’ stato un bel risveglio, dobbiamo essere concentrati, con la testa bassa e sempre presenti sul campo. Il campionato è lungo dobbiamo metterci la testa perché siamo un gruppo forte e vogliamo continuare a farlo vedere, aspettiamo però a fare sogni».

BELENENSES. Nel pomeriggio, quindi, tutti in campo a Firenze perché tra appena 48 ore la Fiorentina si rimette in viaggio. Va a Lisbona, dove giovedì 1 ottobre è in programma la prima trasferta di Europa League, conto il Belenenses, squadra portoghese non certo irresistibile, attualmente tredicesima nel torneo lusitano. La gara (inizio alle 19) sarà tra l’altro trasmesso in diretta, in chiaro, su Mtv8.

RONCAGLIA. Ma la Fiorentina non può sbagliare: dopo il ko all’esordio contro il Basilea, serve rimettere in sesto anche la classifica del gruppo I di Europa League. Anche in vista del posticipo contro l’Atalanta (domenica 4 ottobre alle 20,45), Sousa medita una maxi-rivoluzione. Di sicuro resterà a Firenze Roncaglia, uscito anzitempo a San Siro per un infortunio muscolare, la cui entità sarà stabilità in una visita di controllo in programma domani.

Tag:, ,

Massimiliano Mugnaini

Massimiliano Mugnaini

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.