Dal 15 ottobre al 17 aprile

Firenze: al via la stagione n° 30 del Teatro di Rifredi

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
La bastarda di Istanbul

Una scena de «La bastarda di Istanbul», ripreso dal 16 al 28 febbraio

FIRENZE – Ha raggiunto la bella cifra tonda di trenta stagioni il Teatro di Rifredi, che riapre i battenti il 15 ottobre con un classico del teatro vernacolare fiorentino, «Casa nova, vita nova» riproposto a sessant’anni dal suo debutto dalla Compagnia Il Grillo con la regia di Angelo Savelli.

Ben 29 i titoli in programma: numero molto alto, come imposto dalle nuove regole per accedere al FUS, e, in un teatro dal budget certo non stellare, è fatale che ci siano molte riprese (forse più del solito) di spettacoli collaudati. Comunque, il ritorno di spettacoli che hanno registrato il sold out rientra fra le tradizioni gradite dal pubblico di Rifredi, e si rivedono più che volentieri pièces intelligenti e benissimo recitate come «La bastarda di Istambul», protagonista Serra Yilmaz (16-28 febbraio), ed esibizioni comico-musicali come quella degli straordinari “suonattori” della Rimbamband! (7-17 gennaio), fantasiosi e buffissimi, ma anche spettacoli che ci sono stati per molte stagioni, come «Carmela e Paolino, varietà sopraffino» con Edy Angelillo e Gennaro Cannavacciuolo (20>24 gennaio) o l’evergreen «Benvenuti in casa Gori» di Alessandro Benvenuti (12-15 novembre) o «Il Malato immaginario» con la riduzione e la regia di Ugo Chiti (5-8 novembre), che torna in quanto spettacolo più votato dagli spettatori dei teatri di Fondazione Toscana Spettacolo.

Il baricentro della programmazione di Rifredi è senz’altro la buona comicità, magari accompagnata da doti acrobatiche (come è il caso degli ottimi mimi spagnoli Yllana, che tornano dal 31 dicembre al 3 gennaio) o virtuosismo musicale, ma non  mancano incursioni in territori di maggiore impegno.

Ciro Masella, apprezzato artefice del teatro di ricerca italiano degli ultimi anni, inizia quest’anno una collaborazione col teatro, portando il suo dissacrante «Thanks for vaselina» (9 e 10 febbraio), che ha già mietuto successi in moltissimi teatri italiani, e nientemeno che l’«Aminta», favola pastorale di Torquato Tasso (7-9 aprile).

Emma Dante apre con «Acquasanta» (10>12 marzo) la sua “Trilogia degli Occhiali”, composta da tre spettacoli autonomi ma indissolubilmente legati da temi cari alla regista e autrice palermitana: marginalità, povertà, vecchiaia e malattia. Mozzo mezzo cecato (tutti i personaggi della trilogia lo sono) ancorato sulla scena, Carmine Maringola da solo ricrea mondi e personaggi diversi a bordo della nave che non ha mai lasciato da quando si è imbarcato a quindici anni.

Dal 1 al 3 aprile Antonella Questa, Giuliana Musso e Marta Cuscunà sono impegnate in un reading su donne, lavoro, denaro e super poteri («Wonder woman»).

Ormai consolidata da molte stagioni, la Rassegna Queer Theatre si apre quest’anno con una novità assoluta per l’Italia: direttamente dall’Argentina, passando da Avignone-Off, dove sono stati ospiti per ben due anni consecutivi, e il Théâtre du Rond-Point di Parigi, arrivano i campioni del teatro fisico Alfonso Barón e Luciano Rosso con «Un Poyo Rojo» (25-29 novembre); a seguire «Battuage» ( 3-5 dicembre) di Vuccirìa Teatro che, con la scrittura di Joele Anastasi, prosegue la messa a punto di un linguaggio proprio, un incontro tra drammaturgia originale e ricerca attoriale, su una società indagata nei suoi aspetti più irrisolti e degradati.

Il 7 e 8 dicembre la Compagnia Junior Balletto di Toscana diretta da Cristina Bozzolini presenterà Romeo e Giulietta, drammaturgia e coreografia di Davide Bombana.

Tra gli spettacoli per bambini, si segnalano la ripresa del «Giornalino di Gian Burrasca» nella riduzione di Angelo Savelli (5-6 gennaio) e il ciclo «Domeniche da favola» (dal 22 novembre).

Il 3 luglio 2015 il Ministero del Beni Culturali ha riconosciuto all’Associazione Pupi e Fresedde-Teatro di Rifredi la qualifica di Centro Nazionale di Produzione Teatrale.

Programma completo della stagione 2015-2016 sul sito del teatro.

Teatro di Rifredi (Via Vittorio Emanuele II, 303 – 50134 Firenze)

Per info: 055/4220361 – biglietteria@toscanateatro.it – www.toscanateatro.it. Punto Box Office dal lunedì al sabato ore 16-19

 

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.