Categorie economiche contro l'impianto

Pisa: Confesercenti contraria alla centrale a biomasse di Coltano

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

foto-coltano-1038x576

PISA – “Comune e Parco devono immediatamente riprendere in mano il fascicolo sulla centrale biomasse di Coltano. Il suo impatto su un’area di pregio ambientale e turistico, secondo noi, non è stato valutato con la dovuta attenzione”. Lo afferma in una nota il direttore della Confesercenti di Pisa,Marco Sbrana, commentando l’ipotesi di realizzazione di una centrale a biomasse nel borgo di Coltano, a Pisa, all’interno del parco naturale Migliarino San Rossore Massaciuccoli.
Quell’area, secondo Sbrana, è “una parte del territorio pisano in cui la natura è ancora protagonista assoluta, senza
considerare l’aspetto artistico con la Villa Medicea e la casa di Guglielmo Marconi”. Un territorio quello di Coltano, prosegue Confesercenti, “in cui i residenti vivono in larga parte di agricoltura con aziende importanti, senza considerare le strutture legate al turismo sia a livello ricettivo che di ristorazione”. Sbrana chiede quindi al Comune e soprattutto al Parco una nuova valutazione. “Adesso – conclude Sbrana – è necessario capire bene cosa comporta questa centrale. Il Parco, soprattutto, sempre attento sul litorale al rispetto delle regole dovrà fare altrettanto a Coltano. Non basta infatti che la centrale non produca impatto a livello di inquinamento diretto, contano anche le conseguenze indirette legate al transito di mezzi pesanti e alla qualità della vita di residenti e turisti”

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.