Non ci sono indagati

Firenze, è morto a causa del nubifragio del 1 agosto 2015: aperta un’inchiesta

di Redazione - - Cronaca, Top News

Stampa Stampa
Parco di San Salvi, i pini abbattuti dal nubifragio (foto Twitter - Chille)

Effetti del nubifragio dei 1 agosto (foto Twitter – Chille)

FIRENZE – Finisce sotto la lente d’ingrandimento della procura di Firenze la morte del 19enne Alessio Sabatini, di Prato, colpito da un ramo durante il nubifragio che si è abbattuto a Firenze il primo agosto scorso.

Il ragazzo è deceduto in ospedale due giorni fa. Il reato ipotizzato è omicidio colposo. Non ci sono indagati. Ieri 5 ottobre è stata eseguita l’autopsia. Quel giorno Sabatini si trovava con due amici a Firenze, al Parco dell’Albereta, per pescare in riva all’Arno.

Il ramo è caduto sul ragazzo, colpendolo al volto, mentre il gruppo stava tornando verso l’auto. Anche uno degli altri ragazzi è stato colpito da un ramo, rimanendo ferito a un’anca. Sabatini, apparso subito grave, è stato ricoverato all’ospedale fiorentino di Careggi, dove è morto due giorni fa. Il fascicolo è stato aperto in seguito a una relazione dei vigili urbani.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.