La comunicazione del Comune di Firenze

Firenze, tramvie. Lavori, interruzioni e deviazioni di traffico per le linee 2 e 3

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

56-tramvia-binari-novoli-660x330FIRENZE: Questa è la situazione dei lavori e degli interventi necessari per la costruzione delle due linee delle tramvie fiorentine:

Linea 2 – Area Peretola (cantiere A1) : Completati il magrone e l’impermeabilizzazione della trincea Guidoni nel tratto a cielo libero, si procede con la realizzazione della fondazione
Linea 2 – Area ferrovia RFI (cantiere A1) : Prosegue la realizzazione dei micropali
Linea 2 –  Area Guidoni (cantiere A1): Prosegue la realizzazione dei puntoni di fermata Guidoni. Terminata la bonifica da ordigni bellici, si attende lo svincolo dell’area da parte del Genio Militare
Linea 2 –  Via Torre degli Agli/via Lippi e Macia (cantiere A2): Prosegue la posa dei nuovi sottoservizi all’incrocio via Allori/via di Novoli. Proseguono gli scavi e la posa dei nuovi sottoservizi presso la scuola Bargellini e nell’area IGM. Procede la realizzazione dell’armamento tranviario nel tratto via Torre degli Agli/via Lippi e Macia e la posa della pavimentazione in via Torre degli Agli/viale della Toscana
Linea 2 –  Novoli (cantiere A3): Prosegue la realizzazione della sede tranviaria e dell’impiantistica della fermata Forlanini presso via Tacchinardi. Prosegue la realizzazione del nuovo marciapiede lato centro commerciale per consentire le future lavorazioni presso la fermata Forlanini
Linea 2 – Gordigiani (cantiere B1): In fase di ultimazione la posa della nuova fognatura e il riempimento della camera fognaria in via di Novoli, lato via Tacchinardi. Prosegue la realizzazione della nuova cameretta della fognatura. Riempimento degli scavi dopo i lavori sull’acquedotto esistente, sulla svolta Forlanini e presso il ponte San Donato
Linea 2 – Via Buonsignori, via Gordigiani e viale Corsica (cantiere B2): Procedono i lavori alla fermata Circondaria e alla sede tranviaria in via Gordigiani. Prosegue la realizzazione dell’armamento tranviario in via Buonsignori e l’estensione di scavo e demolizioni presso il ponte di via Mariti, dove è stata recentemente ampliata l’area di cantiere
Linea 2 – Deposito Scandicci (cantiere G): Proseguono il riempimento degli scavi delle fondazione e la realizzazione del sistema di drenaggio del nuovo rimessaggio.

Linea 3.1 – Strozzi/Milton/Statuto/Fortezza (cantiere A1): Prosegue la realizzazione dei pali per il sottopasso su viale Milton, si proseguirà verso viale Strozzi. In via di ultimazione il collettore fognario su viale Strozzi. Proseguono le sistemazioni urbanistiche su viale Strozzi tra Lavagnini e Lorenzo il Magnifico
Linea 3.1 – Statuto (cantiere B2): In via di ultimazione le sistemazioni urbanistiche tra via Puccinotti e via XX Settembre. Terminate le operazioni di collegamento alla rete gas, si procede con il riempimento degli scavi
Linea 3.1 – Leopoldo (Cantiere C2): Proseguono la realizzazione delle nuove sistemazioni urbanistiche e gli scavi per la realizzazione del nuovo pozzetto di fognatura
Linea 3.1 – Guasti/Viessieux (Cantiere C3): Prosegue la realizzazione del nuovo marciapiede di progetto. In attesa di definire la risoluzione dell’interferenza acquedotto all’angolo con piazza Vieusseux. Prosegue la realizzazione della sede tranviaria: terminate le polifore di linea, si procede con la realizzazione dei due plinti per i pali di trazione elettrica
Linea 3.1 – Viale Morgagni (cantiere F): Prosegue lo scavo per la sede tranviaria tra Piazza Dalmazia e via Santo Stefano in Pane: raggiunta la quota per la realizzazione della bonifica del sottofondo. Prosegue la realizzazione della sede tranviaria (polifore laterali, soletta). Iniziati gli scavi per la realizzazione della sede tranviaria nell’area cantierizzata davanti al nuovo ingresso di Careggi.

Tag:, ,

Commenti (1)

  • Pierluigi

    |

    A parte che di fronte all’ingresso principale di Careggi, occupato da mesi dal cantiere tramviario, non sia stato realizzato, alla fine del mese di settembre 2015, un metro di scasso, mi sembra che per un mezzo rotabile dal peso massimo di 59 tonnellate si posizioni un sottofondo che molto probabilmente sosterrebbe un Frecciarossa, che viaggia comunque su altro tipo di massicciata.
    Comunque meglio così: perlomeno non avremo sprofondamenti ed il servizio sarà migliore.
    Sarebbe bene che i lavori abbiano inizio davvero, altrimenti per il 2017 l’Amministrazione dovrà inventarsi altri pretesti per la realizzazione di un’opera lunga quanto la camicia di Meo.

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.