I tassisti non accettano le chiamate

Firenze: le centraline dei taxi non rispondono. Servizio in tilt

di Redazione - - Cronaca, Primo piano

Stampa Stampa

Tassisti strapazzati da studi di settore che tassano oltre il 50%FIRENZE – Centraline telefoniche dei taxi in occupato fisso da ore, a Firenze, nel giorno della rottura delle
trattative sull’aumento delle licenze in città tra Comune ed auto bianche. Non si tratta però di un guasto: gli esercenti del servizio taxi, terminata l’assemblea nella quale è stato deciso di indire per il 21 ottobre uno sciopero nel capoluogo toscano, come ha spiegato Claudio Giudici, presidente del 4390, una delle due cooperative dei tassisti fiorentini, “non vogliono accettare le richieste che arrivano alle centraline, e questo manda in tilt tutto il sistema radio”. La forma di protesta, ha spiegato ancora, “non è stata decisa in seno all’assemblea di questo pomeriggio: è spontanea, sono i tassisti stessi che hanno deciso di regolarsi così”.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.