Le direttive alle autorità sanitarie

Toscana, meningite: tempi più rapidi per fare il vaccino. E arriva la guida anti-influenza

di Redazione - - Cronaca, Top News

Stampa Stampa

vaccinoFIRENZE – «Siano messe in atto tutte le azioni possibili e utili finalizzate a garantire entro il termine massimo di 20 giorni dalla richiesta la vaccinazione contro il meningococco C dei soggetti aventi diritto». Così in una lettera l’assessore regionale al diritto alla Salute Stefania Saccardi si è rivolta ai commissari delle tre grandi Asl toscane e ai vicecommissari delle 12 Aziende sanitarie.

«Il ripetersi di casi di meningite sta creando allarmismo nella popolazione toscana – scrive l’assessore – e richiede quindi di attivarsi per dare risposte certe, in particolare con lo strumento più efficace di prevenzione sul lungo termine e cioè la vaccinazione specifica». «Nelle ultime settimane, dopo il rallentamento del periodo estivo e il realizzarsi di altri casi di sepsi – ricorda ancora l’assessore – si sta registrando una nuova ondata di richieste di vaccinazione, che impone una pronta ed efficiente risposta dal parte del sistema sanitario regionale».

Ogni Asl dovrà controllare l’effettiva copertura vaccinale dei propri assistiti nella fascia di età 11-20, e conseguentemente chiamare i soggetti che ancora non si siano presentati spontaneamente dal proprio medico o nei centri vaccinali. L’assessore annuncia infine che periodicamente la direzione generale dell’assessorato eseguirà dei controlli a campione presso i centri di prenotazione per verificare il rispetto di queste disposizioni.

Domani 9 ottobre, inoltre, la Regione Toscana presenterà le linee guida per i cittadini e le autorità sanitarie volte a prevenire l’influenza stagionale, nel momento in cui l’autunno è arrivato e, come di consuetudine, si entra in un periodo critico per i possibili contagi.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.